rotate-mobile
Cronaca Aversa

Cercano di introdurre droga in carcere, madre e figlia beccate dal fiuto dei cani

Per entrambe è scattata la denuncia

Provano a introdurre droga nel carcere, madre e figlia beccate dai cani. È accaduto nella casa di reclusione di Aversa. 

A scoprirle sono stati i due cani antidroga della Polizia Penitenziaria Tyson e Spike che hanno fiutato la presenza della droga nei pantaloni della madre e nella borsetta della figlia, che ha appena 19 anni. Per entrambe è scattata la denuncia alla procura della Repubblica per tentata introduzione di sostanza stupefacente. 

"Oramai si combatte una guerra quotidiana - commentano in una nota Ciro Auricchio e Giuseppe Moretti, rispettivamente segretario regionale e presidente dell'Uspp - a causa dei continui tentativi di introduzione di droga e cellulari nelle carceri. in Campania, dove mancano ben 800 agenti, è da tempo improrogabile la necessità di dotare la polizia penitenziaria di strumenti tecnologicamente avanzati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cercano di introdurre droga in carcere, madre e figlia beccate dal fiuto dei cani

CasertaNews è in caricamento