menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' ai domiciliari ma va a comprare droga e picchia un carabiniere

L'uomo ha provato anche la fuga: bloccato dai militari ha sferrato un colpo all'addome al militare

Continua a rifornirsi di droga durante gli arresti domiciliari: beccato dai carabinieri. Si tratta di B. B., 33enne di Cellole tratto in arresto dai carabinieri della stazione di Baia Domizia per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale poiché nel solito giro di 'rifornimento' nel vicino Comune di Mondragone è stato intercettato dagli uomini dell'Arma. Il trentatreenne cellolese era ristretto in regime di arresti domiciliari per una tentata estorsione ai danni del padre. Ottenuto un permesso giornaliero di potersi allontanare dal proprio domicilio per alcune ore nell'arco della giornata anziché espletare le mansioni concessegli dall'autorità giudiziaria le impiegava per andare a rifornirsi di sostanze stupefacenti.

A bordo del proprio motociclo Honda sh 150 stava tornando da Mondragone ove probabilmente aveva acquistato lo stupefacente quando è stato intercettato dai carabinieri. Ha tentato di scappare lungo la Strada Statale Domiziana ed una volta raggiunto dai militari ha cercato di proseguire a piedi presso le campagne circostanti. Raggiunto e bloccato dai carabinieri ha sferrato un colpo all'addome ad uno dei militari. Il trenatreenne è stato poi trovato in possesso di mezzo grammo di cocaina, una siringa pronta all'utilizzo ed un cucchiaio adibito per sciogliere lo stupefacente. Dopo l'aggressione ai militari B.B. è stato tratto in arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L'arresto è stato poi convalidato dal giudice monocratico di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento