Si sfoga durante i colloqui in carcere e fa scattare il nuovo blitz con Sfoco & soci

Dall'arresto per maltrattamenti in famiglia alle intercettazioni dei colloqui in carcere fino la scoperta di una piazza di spaccio gestita da Gennaro Sfoco

Un arresto per maltrattamenti in famiglia con le minacce con una pistola, le intercettazioni dei colloqui in carcere e la scoperta di una piazza di spaccio gestita da Gennaro Sfoco, 56enne di Aversa, finito in cella dopo l'indagine del commissariato di Aversa. E' questo il retroscena dell'inchiesta che oggi ha portato all'esecuzione di 6 misure cautelari. 

Con Gennaro Sfoco sono stati arrestati Ciro Sfoco, 26 anni di Aversa, e Pasquale Brusciano, 53 anni di Aversa, entrambi ai domiciliari. Obbligo di dimora invece per Anna Sfoco, 31enne di Aversa, Donato Palmieri, 23 anni di Aversa, e Luciano Ghierardini, 33 anni di Aversa. Le accuse vanno dallo spaccio di cocaina e detenzione abusiva di armi. 

Dai colloqui captati in cella emerge come Gennaro Sfoco era "impaurito" che la persona arrestata, D.L. (già giudicato separatamente) potesse fare il suo nome. "Noi prendevamo i soldi per manterere quelle cose là (le pistole nda) - dice intercettato in sala colloqui - Papà per esempio prendeva 300 euro da uno, 1000 euro da un altro e se li prendeva mamma i soldi". Dichiarazioni poi confermate alla polizia penitenziaria di Santa Maria Capua Vetere a cui dichiarò chi fosse il proprietario di quelle armi: Gennaro Sfoco, detto 'o setacciaro. Le armi venivano nascoste per un debito insoluto. Almeno questa la motivazione data agli inquirenti. Dall'indagine avviata da qui si è fatto luce sullo spaccio di droga. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto il gip Daniele Grunieri del tribunale di Napoli Nord ha fissato l'interrogatorio di garanzia. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Mario Griffo e Patrizio Della Volpe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento