rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Sessa Aurunca

Cadavere nel fiume, dopo 72 ore resta il rebus sull'identità. Effettuata l'autopsia

I risultati dell'esame autoptico potranno chiarire se è stata uccisa

I risultati dell'autopsia svolta sul cadavere della donna ritrovata morta nel fiume Garigliano di Sessa Aurunca potrebbero dare una mano agli inquirenti per cercare di ricostruire quanto accaduto.

A 72 ore di distanza dal ritrovamento, ancora nessuno si è presentato dai carabinieri di Sessa Aurunca per aiutare ad identificare la vittima di quello che, ad oggi, viene ancora trattato come un annegamento.

Nei giorni scorsi, gli inquirenti hanno divulgato le foto dei vestiti e di alcuni oggetti che la donna aveva con sé per cercare di dare un nome al cadavere, ma finora non ci sono stati contatti che potessero aiutare in tal senso.

L'autopsia potrebbe far capire, però, se si sia trattato di un omicidio o di un drammatico incidente.

Dall'esame esterno del cadavere, non sono emersi indizi che facciano pensare ad una morte violenta, ma si attende il responso del medico legale per avere un quadro più chiaro.

Chiunque fosse in possesso di notizie utili all’identificazione della donna può contattare i Carabinieri della Compagnia di Sessa Aurunca, all’utenza telefonica 0823 938141.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere nel fiume, dopo 72 ore resta il rebus sull'identità. Effettuata l'autopsia

CasertaNews è in caricamento