rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Castel di Sasso

Trovata morta in casa, Procura dispone l'autopsia

Gli investigatori escludono la morte violenta. La vittima assumeva farmaci che potrebbero averla uccisa

Sarà l'autopsia a stabilire le cause del decesso di Daniela M., la 50enne di Castel di Sasso trovata senza vita nella sua abitazione. Lo ha deciso il magistrato di turno della Procura di Santa Maria Capua Vetere che ha aperto un fascicolo sul decesso. 

La donna è stata trovata riversa a terra in una pozza di sangue. Ma da un esame esterno non sarebbero state riscontrate lesioni al cranio. Secondo il medico legale che ha effettuato gli accertamenti si potrebbe trattare di un'emorragia, forse legata all'uso di farmaci. Una morte non violenta, almeno questa la prima ipotesi dei carabinieri della compagnia di Capua che seguono il caso su delega della Procura. 

La vittima, infatti, avrebbe seguito una terapia per alcune patologie di cui soffriva. I farmaci potrebbero aver provocato la morte. Ipotesi che ora andranno riscontrate durante l'accertamento autoptico. La salma è stata trasferita all'istituto di medicina legale del Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta per l'accertamento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata morta in casa, Procura dispone l'autopsia

CasertaNews è in caricamento