Don Michele, il Riesame dice 'no'. Il sacerdote accusato di abusi sessuali resta in carcere

I giudici napoletani non accolgono la richiesta dei domicilari

Don Michele Mottola è in carcere dal 9 novembre scorso

Don Michele Mottola resta in carcere. Anche il tribunale del Riesame ha respinto l’istanza di scarcerazione avanzata dall’avvocato Antimo D’Alterio per conto del sacerdote di Qualiano accusato di abusi sessuali ai danni di una bambina di 10 anni che frequentava la parrocchia di Trentola Ducenta che ha guidato fino allo scorso mese di maggio, fino alla decisione del vescovo Angelo Spinillo di allontanarlo dopo la segnalazione di alcuni fedeli.

Don Michele è in carcere da venerdì 9 novembre ed ha già ammesso le sue colpe con una dichiarazione spontanea al giudice per le indagini preliminari che ha disposto la sua carcercazione, chiedendo che gli venissero concessi gli arresti domiciliari. Sia il gip del tribunale di Napoli Nord che il tribunale del Riesame, però, gli hanno negato questa possibilità.

Don Michele Mottola, secondo la ricostruzione della Procura della Repubblica di Napoli Nord che è stata avallata dal gip del tribunale che ne ha disposto l'arresto in carcere, sarebbe partito con carezze ed abbracci, per poi continuare con baci con la lingua con quella piccola bambina che frequentava la sua parrocchia di Trentola Ducenta; arrivando, finanche, a "simulazioni di rapporti sessuali completi con sfregamento delle zone erogene".

Fatti che sono stati portati alla luce dalla stessa vittima e che sarebbero continuati per cinque mesi, da ottobre 2018 a marzo 2019, quando è intervenuta una coppia che frequenta la parrocchia, con cui la piccola si era confidata, per allertare il vescovo della Diocesi Angelo Spinillo di quanto stava avvenendo e mettere al corrente anche i genitori della piccola, che quest'ultima non voleva interpellare in un primo momento. Agli atti delle indagini ci sono anche delle registrazioni che la stessa vittima degli abusi ha effettuato mentre era col parroco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento