Pasqua dietro le sbarre per don Michele Barone

Il sacerdote del Tempio è in carcere per le accuse di lesioni ai danni di una 14enne "esorcizzata"

Don Michele Barone

Resterà in carcere a Vallo della Lucania anche durante il periodo pasquale don Michele Barone, il prete di Casapesenna accusato di avere praticato esorcismi violenti su una 14enne, tanto da procurarle lesioni.

Il tribunale del Riesame ha infatti respinto la richiesta di scarcerazione presentata dal suo legale, l’avvocato Carlo Taormina, in merito alla seconda ordinanza di arresto subita dal sacerdote del Tempio di Casapesenna. In quest’ultima ordinanza di custodia era contestato al prete anche l’aggravante delle lesioni permanenti alla 14enne vittima del suo esorcismo.

Anche nel caso in cui i giudici del Riesame avessero accettato l’istanza presentata da Taormina, don Michele non avrebbe potuto lasciare il carcere: i giudici della Libertà avevano infatti respinto la prima richiesta del legale relativa alla precedente misura cautelare, in cui il sacerdote era accusato maltrattamenti e abusi e di violenza sessuale di due 20enni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Un boato in pieno coprifuoco: bomba esplode davanti a tabacchi

Torna su
CasertaNews è in caricamento