rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca Casapesenna

Don Barone 'marca visita' nella prima udienza da ex prete

Ha giustificato la sua assenza con un certificato medico

Era un'udienza attesa per il suo significato, la prima in cui don Michele Barone si presentava nell'aula di giustizia da ex prete, dopo la dimissione dallo stato clericale siglata da Papa Francesco nei suoi confronti.

Tutto, però, è durato lo spazio di pochi minuti. Don Barone, sotto processo per le condotte violente durante gli esorcismi che hanno provocato lesioni ad una ragazzina di 14 anni e di violenza sessuale nei confronti di altre due adepte, non si è presentato dinanzi al collegio presieduto dal giudice Francica, del tribunale di Santa Maria Capua Vetere giustificando la sua impossibilità a presenziare in aula con un certificato medico. Per questo motivo si è assistito solo ad un rinvio, a una decina di giorni.

Alla sbarra insieme all'ormai ex sacerdote del Tempio di Casapesenna ci sono anche i genitori della ragazzina ed il dirigente del commissariato di Maddaloni Luigi Schettino.

Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Carlo De Stavola, Giuseppe Stellato, Camillo Irace e Maurizio Zuccaro. Le ragazze che hanno subito gli abusi sessuali si sono costituite parte civile con gli avvocati Rossella Calabritto e Luigi Mordacchini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Don Barone 'marca visita' nella prima udienza da ex prete

CasertaNews è in caricamento