Carabiniere ucciso, un ladro è già libero. Il fuggitivo ricercato nel napoletano

Obbligo di dimora per il più giovane della banda, le ricerche del quarto uomo nell'hinterland di Napoli

Il 20enne Cristian Pengue scarcerato con obbligo di dimora, e agli arresti domiciliari gli altri due ladri, Pasquale Reale, 32 anni, e Salvatore Salvati, 44 anni. Sono queste le decisioni del gip sui fermi effettuati dai carabinieri di Caserta nell'ambito del furto in via Alfieri concluso con l'inseguimento all'interno del Parco La Selva. Ancora ricercato invece il quarto membro della banda, quello che stava inseguendo il vice brigadiere Emanuele Reali quando è stato travolto ed ucciso dal treno in corsa nei pressi della stazione di Caserta.

I tre fermati, del resto, rispondono di furto e resistenza a pubblico ufficiale, le stesse accuse per le quali è ricercato anche il quarto uomo. Le indagini dei carabinieri di Caserta per trovare la persone che stava inseguendo il loro collega 34enne di Bellona quando è stato investito dal treno, si sono spostate nell'hinterland napoletano dove il fuggitivo vive, così come tutti gli altri componenti della banda già fermati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento