Documenti falsi per aprire un conto, arrestati nell'ufficio postale

In manette un uomo ed una donna: le loro fotografie sulle carte d'identità di altri

Le poste a Recale

Hanno tentato di aprire un conto corrente postale ma i documenti in loro possesso erano fasulli. Per questo motivo una 53enne di Acerra ed un 51enne di Capodrise sono stati arrestati dai carabinieri.

I due sono stati ammanettati all'interno dell'ufficio postale di Recale dove si erano recati per aprire il conto. Ma i documenti presentati erano palesemente contraffatti al punto che sono stati gli stessi dipendenti delle poste di piazza Aldo Moro ad allertare i militari. Giunti sul posto i carabinieri della stazione di Macerata Campania hanno accertato lo stratagemma. I due avrebbero apposto sui documenti di altre persone le loro fotografie. 

Pertanto sono stati ristretti agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo, che si celebrerà lunedì mattina. L'uomo, che ha violato anche l'obbligo di dimora nel comune di Capodrise, ha nominato l'avvocato Vincenzo Russo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento