rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Cronaca

Dissesto-bis, Del Gaudio al contrattacco: “Da Marino un fallimento politico”

L’ex sindaco era stato tirato in ballo dal primo cittadino per i debiti del Comune

Non ci sta l’ex sindaco di Caserta Pio Del Gaudio a prendersi tutte le responsabilità per l’ormai prossimo dissesto finanziario, il secondo in soli 6 anni, certificato con il ricorso perso dal Comune alla Corte dei Conti regionale. Del Gaudio era stato tirato in ballo dal sindaco Carlo Marino come artefice dei debiti che hanno portato al risultato di ieri.

“Marino e la sua maggioranza facciano il primo atto di responsabilità verso la città, si dimettano e restituiscano la guida di Caserta a chi è competente – risponde piccato l’ex sindaco - Quello di Marino è un fallimento politico e amministrativo. La Corte dei Conti non ha mai criticato o condannato l’operato della mia amministrazione, bensì ha punito la scelta sbagliata di quella di Marino di spalmare i debiti nel tempo – ha sottolineato Del Gaudio – nonostante l’accanimento personale che ho subito con i ripetuti attacchi di qualche consigliere che si è divertito a produrre denunce su denunce tutte chiuse, come era prevedibile, senza problemi, la mia amministrazione sarà ricordata per aver avviato l’azione di risanamento della città, per aver illuminato la Reggia e viale Carlo III, per aver realizzato strade, per la Tuoro-Garzano, per una presenza del sindaco forte all’interno della città e in tutte le manifestazioni che venivano organizzate. La giunta Marino, invece, sarà ricordata per il dissesto-bis, per l’immobilismo totale, per l’assenza di programmazione, per un’assenza nella città che è stata abbandonata a se stessa. Il mio bilancio è stato approvato dal commissario Nicolò nel 2014, non c’è stata mai alcuna bocciatura”.

Sulla stessa linea anche il consigliere comunale di Forza Italia e capogruppo provinciale, Alessio Dello Stritto: ““Con la notizia relativa al possibile dissesto bis, a seguito del pronunciamento della Corte dei Conti di stamani, si scrive un’altra brutta pagina per Caserta. Saranno gli organi competenti a stabilire responsabilità o inefficienze. Resta l’amarezza per una situazione che si ripercuoterà sull'intera comunità cittadina che sconta ancora le conseguenze del primo dissesto e della crisi economica che si fa sentire, qui più che altrove”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissesto-bis, Del Gaudio al contrattacco: “Da Marino un fallimento politico”

CasertaNews è in caricamento