Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Piazza Vanvitelli

Il dissesto-bis arriva in Consiglio: Marino & soci votano il nuovo 'default'

Strada obbligata dopo la bocciatura della Corte dei Conti

Il sindaco di Caserta Carlo Marino

Il dissesto finanziario arriva in consiglio comunale. Il 23 aprile prossimo, gli amministratori di Caserta saranno chiamati ad approvare la delibera con la quale il Comune dichiarerà ufficialmente il secondo ‘default’ in sei anni, dopo quello del 2011 arrivato sotto l’amministrazione Del Gaudio.

La maggioranza di Carlo Marino dovrà approvare la nuova delibera dopo la bocciatura del Riequilibrio di bilancio da parte della Corte dei Conti (prima regionale, poi a sezioni riunite a Roma). Le conseguenze sui cittadini casertani saranno relative, visto che le tasse sono già al massimo e quindi non potranno essere ulteriormente aumentate, ma bloccherà il piano di assunzioni previsto dal sindaco Marino e dalla sua giunta.

Prima del Consiglio sul dissesto, però, ne ve sarà un altro il 17 aprile nel quale si dovranno approvare le aliquote dell’imposta comunale unica, il piano di alienazione, il regolamento delle entrate ed alcuni debiti fuori bilancio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dissesto-bis arriva in Consiglio: Marino & soci votano il nuovo 'default'

CasertaNews è in caricamento