Riempiono una cava dismessa di scarti edili: 9 denunciati I FOTO

Nei guai l'amministratore della ditta, il direttore dei lavori ed i proprietari

I carabinieri hanno posto sotto sequestro l'area

Nella giornata di mercoledì, a San Prisco, i carabinieri della Stazione, unitamente a personale della Stazione Carabinieri Forestale di Caserta ed a personale del Genio Vivile, a seguito di un controllo, hanno deferito in stato di libertà complessive 9 persone, tutte del casertano, ritenute responsabili di attività di gestione di rifiuti non autorizzati.

In particolare, i militari dell’Arma, hanno accertato un’attività non autorizzata di riempimento e ripristino ambientale di una cava dismessa compresa su alcuni terreni in località cementara del Comune di San Prisco ed avente una superfice complessiva di circa 30.000 mq.

Ad essere stati denunciati sono stati l’amministratore unico della ditta che stava eseguendo il riempimento ed il direttore dei lavori nonché le 7 persone co-proprietarie dei terreni costituenti l’area sulla quale sono stati rinvenuti circa 300 mc di rifiuti, costituiti da materiale di risulta proveniente da lavorazione edile quali calcinacci, inerti e piastrelle, sversati in un’area di circa 1.500 mq.

Contestualmente al deferimento in stato di libertà i carabinieri hanno proceduto alla sospensione cautelativa delle attività di riempimento e ripristino ambientale nonché al sequestro dell’area interessata dallo sversamento illecito di rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento