menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disastro ambientale nei Regi Lagni, assolti 35 allevatori

La sentenza dei giudici di Santa Maria Capua per gli sversamenti nei canali

Tutti assolti. Questa la sentenza pronunciata dalla seconda sezione penale del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di 35 allevatori bufalini finiti sotto processo per disastro ambientale dei Regi Lagni. 

I giudici hanno assolto Luciano D'Auria, Francesco Cantile, Carlo Corvino, Alberto Migliaccio, Alfonsina Coppola, Pasquale Galoppo, Antonietta Di Puorto, Salvatore Schiavone, Agostino Caprio, Antonio Morrone, Arturo Noviello, Valentino Diana, Rinaldo Diana, Luigi Letizia, Osvaldo Caprio, Giovanni Montesano, Giovanni D'Ausilio, Carmine Palmese, Arturo Pagano, Ernesto Esposito, Crescenzo Di Bona, Luigi Russo, Antonio Corvino, Vincenzo Piccolo, Luigi Serao, Bruno Belformato, Emma Forgione, Giovanna Schiavone, Vincenzo Diana, Rosa Russo, Antonio Zara, Valerio Zara, Elio D'Alessandro, Antonio D'Alessandro e Giovanni Iovino. Accolte le tesi dei difensori degli imputati. Nel collegio difensivo sono stati impegnati, tra gli altri, gli avvocati Guido Diana, Gianluca Giordano, Nando Letizia, Luigi Trocciola, Alessandro Diana e Domenico Della Gatta. 

L’operazione nella quale rimasero coinvolti portò all’emissione, nel 2010, di misure cautelari personali e reali. I titolari delle aziende zootecniche erano accusati di aver sistematicamente violato le norme di legge in tema di corretta gestione del ciclo delle acque e dei rifiuti, contribuendo a determinare il disastro ambientale dei Regi Lagni, nella quale vennero rinvenute carcasse di automobili e di animali in putrefazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento