Cronaca

Dirigente del Comune assolto: "Dopo 3 anni di persecuzione ho ottenuto giustizia"

Lo sfogo di Antonio Basilicata dopo la sentenza d'Appello: "Mai perso la fiducia nella magistratura"

Il dirigente Antonio Basilicata

"Dopo aver subito tre anni e mezzo di persecuzioni a tutti i livelli senza aver fatto nulla per meritarlo finalmente ottengo giustizia". Così il funzionario del comune di San Felice a Cancello Antonio Basilicata commenta l'assoluzione con formula piena nell'ambito del processo d'Appello per il "San Felice Gate". 

Basilicata, funzionario del settore ambiente del Comune, colpito da misura cautelare in carcere nel settembre 2016 (poi annullata), era stato condannato in primo grado ad appena 8 mesi con pena sospesa (a fronte di una richiesta iniziale di 7 anni). Oggi i giudici della Corte Partenopea lo hanno assolto "perchè il fatto non sussiste".

"Ho gridato la mia innocenza in tutte le aule dei tribunali senza mai perdere fiducia nell’operato della magistratura. Io e la mia famiglia abbiamo subito da questa vicenda gravi danni che nessuno potrà mai riparare completamente. Colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone che mi sono state vicine, il mio avvocato Pietro Romano che mi ha supportato con un alto profilo di professionalità in questo procedimento, la mia famiglia che non ha mai arretrato di un passo e mi ha difeso ed aiutato di fronte alle gravi e ingiuste accuse che mi sono state mosse", è il commento di Basilicata.

Già al termine del primo grado di giudizio Basilicata aveva commentato la sentenza di condanna a pochi mesi come un'ingiustizia. Oggi i giudici lo hanno completamente scagionato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dirigente del Comune assolto: "Dopo 3 anni di persecuzione ho ottenuto giustizia"

CasertaNews è in caricamento