Dimissioni falsificate di un consigliere, sindaco a processo

De Rosa voleva che Cilindro lasciasse l'aula dopo l'arresto del padre (poi assolto)

Il sindaco di Casapesenna Marcello De Rosa

Il sindaco di Casapesenna Marcello De Rosa dovrà affrontare il processo per le dimissioni del consigliere comunale Sebastiano Cilindro. Il primo cittadino è stato rinviato a giudizio dal gup del tribunale di Napoli Nord per attentato contro i diritti politici del cittadino e falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.

Secondo l’accusa De Rosa, nel 2015, avrebbe protocollato le dimissioni del consigliere Cilindro con una lettera che quest’ultimo ha disconosciuto. Le indagini sono partite dalla denuncia dell’allora consigliere comunale, il quale denunciò che il sindaco De Rosa si sarebbe presentato a casa sua con altri tre consiglieri intimandogli di rassegnare le dimissioni.

De Rosa voleva che Cilindro lasciasse l’Assise in quanto il padre di quest’ultimo era stato arrestato per collusioni con il clan di Michele Zagaria (vicenda dalla quale poi venne assolto definitivamente).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

Torna su
CasertaNews è in caricamento