Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca Casapesenna

Fratello del ras dei Casalesi fuori dal carcere per motivi di salute

Il Tribunale di Sorveglianza de L'Aquila ha disposto la detenzione domiciliare per Michele Diana

Detenzione domiciliare per gravi motivi di salute per Michele Diana, 51enne di Casapesenna, fratello del più noto Costantino Diana alias o' cinese, affiliato alla fazione Zagaria del clan dei Casalesi.

A disporre la sostituzione della misura cautelare della custodia in carcere con quella della detenzione domiciliare nel comune di Casapesenna, il tribunale di sorveglianza de L'Aquila. 

L'ufficio di sorveglianza ha accolto l'istanza del fratello del ras, l'avvocato Ferdinando Letizia, avente a oggetto il differimento della pena per incompatibilità delle condizioni di salute del recluso con il regime carcerario in relazione a una pena residua da espiare di 15 anni e 11 mesi, determinata con provvedimento di cumulo emanato dalla Procura Generale di Napoli con fine pena previsto nell'ottobre 2028.

Vari sono i reati contestati a Michele Diana quali rapina aggravata, ricettazione, riciclaggio di auto, lesioni personali, estorsione, detenzione abusiva di armi da sparo, commessi nei territori dell'agro aversano e dell'hinterland bolognese e riminese. L'aggravarsi delle affezioni di Diana, perlopiù concernenti patologie dell'apparato cardio-circolatorio, hanno fatto sì che i magistrati di sorveglianza propendessero per il differimento dell'esecuzione della pena nella forma della detenzione domiciliare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratello del ras dei Casalesi fuori dal carcere per motivi di salute
CasertaNews è in caricamento