Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Detenuto in prova per lavorare ma il negozio risulta chiuso

Per il 34enne il giudice ha disposto nuovamente il carcere

L'attività commerciale dove avrebbe dovuto recarsi a lavorare era "chiusa ed in disuso". Per questo il magistrato di sorveglianza Filomena Capasso del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha disposto la sospensione della misura dell'affidamento in prova nei confronti di Davide R., 34 anni di Casagiove, per il quale si sono aperte nuovamente le porte del carcere. 

Dai controlli dei mesi scorsi, operati dai carabinieri di Caserta, il 34enne - difeso dall'avvocato Nello Sgambato - è stato sorpreso a casa di un pregiudicato agli arresti domiciliari e con precedenti per camorra e beccato fuori dalla sua abitazione alle 20,30 - nonostante avesse l'obbligo di rientrare alle 20. 

Inoltre, l'esercizio commerciale a Caserta presso il quale avrebbe dovuto lavorare è risultato chiuso da diverso tempo. Violazioni per cui l'affidamento in prova è stato sospeso con il ripristino della reclusione in carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto in prova per lavorare ma il negozio risulta chiuso

CasertaNews è in caricamento