Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca San Prisco

Vandali nel centro Segesta: scatta la denuncia anche per tentato omicidio

Diversi gli episodi documentati con tanto di immagini delle telecamere di videosorveglianza per identificare i responsabili di atti vandalici e anche di una sassaiola che ha rischiato di ferire gravemente una donna

Denuncia contro i vandali, probabilmente minorenni, che di notte si intrufolano nel Centro Integrato "Segesta" in via Stellato a San Prisco e provocano danni di vario tipo, macchiandosi di vari reati.

A denunciare l'accaduto è stato uno dei proprietari dei locali presenti nell'immobile che ospita anche diversi negozi e attività. Una denuncia con dovizia di particolari e anche immagini delle telecamere di videosorveglianza presentata ai carabinieri di San Prisco.

Da alcuni mesi un gruppo di vandali si introduce all'interno del Centro danneggiando porte, scrivendo sui muri e trafugando vari oggetti, tra cui gli estintori dell'impianto antincendio, che spesso vengono 'scaricati' all'interno della struttura stessa. Una situazione che ha raggiunto il suo culmine in questo mese di giugno. Alla richiesta del ricorrente ai ragazzi di andare via, poiché avevano rotto la serratura della porta d'accesso al vano scala, alcuni hanno 'reagito' iniziando un lancio di pietre verso il balcone da cui l'uomo li aveva redarguiti. In questa situazione, quando sembrava che la 'sassaiola' fosse terminata, la moglie del ricorrente si recava sul balcone per rimuovere i sassolini e far uscire il cagnolino. Proprio in quel momento giungeva un sasso di grosse dimensioni, di circa 10 centimetri di diametro, che sfiorava alla testa la donna.

Solo un caso fortuito ha evitato la tragedia. Dopo l'accaduto si sono verificate altre situazioni di vandalismo da parte di quella che è da considerare una vera e propria baby gang, visto che come ravvisato da vari testimoni, si tratta quasi certamente di minorenni, anche se a questi a volte si uniscono alcuni maggiorenni. Più volte è stato anche richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Secondo una stima del ricorrente, i danni ammontano a circa 30-40mila euro per scritte sulle pareti condominiali, porte di accesso rotte, pistoni dei box auto forzati, portoni tagliafuoco danneggiati, estintori scaricati e rubati e altro ancora.

Dopo vari episodi documentati, la famiglia principalmente oggetto delle intemperanze dei giovanissimi si è decisa a presentare denuncia, fornendo anche le immagini per l'identificazione dei componenti della baby gang perché ormai la situazione è diventata insostenibile e ci sono rischi per l'incolumità dei residenti.

Adesso saranno le autorità preposte a valutare la denuncia e le immagini allegate al fine di verificare eventuali reati commessi dai giovanissimi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali nel centro Segesta: scatta la denuncia anche per tentato omicidio
CasertaNews è in caricamento