Cronaca

Denuncia l'ex marito per maltrattamenti ma il giudice non le crede

Il tribunale di Reggio Calabria ha assolto l'imputato dopo un processo lungo 6 anni

La donna ha denunciato le violenze subite

Maltrattamenti nei confronti della ex moglie e minacce di morte nei confronti della donna. Questa l'accusa per cui era finito sotto processo C.S., di San Marco Evangelista. Ieri la sentenza. I giudici non hanno creduto alla versione della donna e lo hanno assolto.

A pronunciare il verdetto è stato il tribunale di Reggio Calabria, paese di origine della donna e dove è stata sporta la denuncia nei confronti del presunto marito violento. Tutto è iniziato nel 2013 quando la donna era andata via di casa tornando in Calabria. Qui aveva accusato l'ex marito di maltrattamenti ma anche di essere stata minacciata di morte. Comportamenti vessatori che sarebbero avvenuti, stando alla ricostruzione della donna, davanti ai figli minorenni della coppia. Accuse che avevano portato la Procura ad applicare nei confronti del consorte la misura cautelare del divieto di ingresso nella regione calabrese. 

Nel corso del processo, però, quelle accuse si sono sgretolate. Il difensore dell'uomo, l'avvocato Goffredo Grasso, è riuscito a far emergere una serie di contraddizioni nella versione della donna mostrando come non ci fossero elementi per una sentenza di condanna. 

Tesi che è stata accolta pienamente dal giudice monocratico del tribunale reggino che ha assolto C.S., nonostante una richiesta di condanna a 2 anni richiesta dal pm. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia l'ex marito per maltrattamenti ma il giudice non le crede

CasertaNews è in caricamento