Bracconiere denunciato dalla Forestale

Aveva utilizzato un richiamo illegale: sequestrato anche il fucile

Nuovo importante risultato dell’antibracconaggio nel territorio di Marcianise dei carabinieri della Forestale e delle guardie del Wwf. Il servizio è iniziato alle 5 di mattina di sabato 17 ottobre 2020, nel nel territorio agreste del comune di Marcianise. L'operazione è stata portata a termine dalla guardie del Wwf - Nucleo provinciale di Caserta in sinergia con i volontari dell’Enpa, associazioni facenti parte del coordinamento 'Black Spot' delle province di Napoli, Caserta e Latina. La giornata di antibracconaggio si è delineata con diversi cacciatori controllati e risultati in regola.

Ad un certo punto il nucleo Guardie Venatorie del Wwf ed i volontari dell’Enpa hanno sorpreso un bracconiere denunciato dai Carabinieri Forestale, chiamati con il numero di emergenza 1515, per utilizzo di un richiamo elettroacustico severamente vietato perché è una pratica venatoria che concentra troppi animali in un solo posto e che poi vengono sterminati con pochi colpi di fucile.

Alla fine sono stati Sequestrati (dai Carabinieri Forestale) fucile, munizioni e richiamo elettroacustico vietato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato il dj Joseph Capriati: il padre arrestato per tentato omicidio

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Caserta in ansia per Joseph Capriati, il dj più famoso da Ibiza agli Usa

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento