Lido abusivo, il Comune ordina lo sgombero e la demolizione

Il proprietario occupava ancora parte della struttura nonostante il ricorso perso al Tar

Il lungomare Federico a Mondragone

Dovrà provvedere allo sgombero e alla demolizione delle opere abusive il proprietario di un noto lido sul lungomare Camillo Federico di Mondragone. L’imprenditore R.D.T. ha visto infatti rigettare dal Tar della Campania il ricorso con il quale chiedeva di annullare il provvedimento del Comune di demolizione e ripristino dei luoghi.

I giudici del Tribunale amministrativo hanno infatti accolto le difese formulate dall’Ente e con sentenza n. 325 hanno rigettato il ricorso. Nei giorni scorsi un sopralluogo della poliza municipale ha però riscontrato che parte dell'immobile risultava ancora occupata dal proprietario. 

Per questo è quindi arrivata una comunicazione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere con la quale si disponeva il dissequestro temporaneo del lido, al fine di poter consentire al proprietario lo sgombero e  il completamento delle operazioni di demolizione delle opere abusive.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento