menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La decisione dei giudici

La decisione dei giudici

Gruppo Della Ventura "annientato", revocata sorveglianza speciale per ex pusher

I giudici ritengono disarticolato il sodalizio egemone nel Capoluogo. Il 47enne uscito dal carcere ha iniziato una nuova vita

Il gruppo Della Ventura, costola del clan Belforte sul Capoluogo, "può ritenersi completamente annientato". Lo scrivono i giudici della sezione Misure di Prevenzione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, presieduta dal giudice Massimo Urbano, che hanno revocato la misura della sorveglianza speciale per Francesco Amato, 47 anni di Caserta.

Amato, condannato per aver fatto parte di un'associazione dedita allo spaccio di droga nel Capoluogo con il placet del gruppo Della Ventura, è stato scarcerato a giugno del 2020. Dopo la detenzione si è resa necessaria una rivalutazione sull'attualità della pericolosità sociale del 47enne. 

I giudici, accogliendo le richieste del difensore dell'uomo, l'avvocato Nello Sgambato, hanno evidenziato il comportamento positivo di Amato durante il periodo di detenzione. Inoltre, da dopo la scarcerazione, il 47enne ha anche avviato un'attività lavorativa dimostrando di voler ricominciare la propria vita su nuove basi, lontane da logiche delinquenziali.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento