Debito non pagato del Comune quadruplica e viene liquidato dal commissario

Questa mattina firmato l'atto per approvare l’immediata liquidazione della sentenza

Inizialmente era un debito di 1300 euro ed oggi, a sette anni dalla sentenza, il Comune di Aversa si ritrova a pagare circa 6mila euro. Questa mattina il commissario ad acta nominato dalla Prefettura di Caserta ha provveduto ad approvare l’immediata liquidazione della sentenza.

Nel 2011 il Giudice di pace ha condannato il Comune di Aversa al risarcimento dei danni a favore della signora Gennarina Gentile difesa dall’avvocato Fabio Roselli per 1360 euro. Malgrado la notifica della sentenza e l’intimazione di pagamento, l’ente normanno non ha liquidato la somma alla donna ed al suo avvocato che, per questo nel 2015 è ricorso al Tar.

Il Tribunale amministrativo regionale ha intimato il Comune al pagamento “entro 45 giorni dalla data di notificazione”. Anche in questo caso, però, non c’è stata alcuna liquidazione. Per questo lo scorso 10 ottobre il prefetto di Caserta ha provveduto alla nomina di Raffaele Barbato quale commissario ad acta che questa mattina ha provveduto alla liquidazione. Dal 2011, data della sentenza del Giudice di pace, ad oggi, data della liquidazione, la somma è quadruplicata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento