rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Comincia processo a dentista ed odontotecnico, ma solo fra un anno

I due a giudizio per le lesioni subite da una paziente durante l'intervento ai denti. La vittima: "Non mi sento tutelata dalla giustizia"

"Dopo aver studiato giurisprudenza ed aver passato una vita sui libri di legge non mi sento tutelata dalla giustizia". E' questo lo sfogo a CasertaNews di una 39enne casertana che si è trovata ad essere vittima due volte: della sanità, prima, e della lentezza della giustizia, poi.

Siamo nel 2014 e la donna si rivolge ad un noto studio dentistico del capoluogo per un intervento di protesizzazione di ben 28 denti. Operazione che venne effettuata da un odontotecnico, che nel caso avrebbe anche esercitato abusivamente la professione di medico odontoiatra. In seguito all'intervento, per una serie di errate valutazioni e mancati approfondimenti diagnostici e strumentali, la 39enne si è ritrovata con una lesione permanente irreversibile. "Mi sono recata lì per un problema sostanzialmente estetico - ha spiegato la 39enne - Ma riuscivo ad aprire la bocca. Adesso, invece, ho difficoltà soprattutto nella masticazione. Vado avanti a frullati ma non posso addentare una pizzetta o un panino". 

Comunque sia, a distanza di 5 anni dai fatti, finalmente qualcosa si muove con il pubblico ministero del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha fissato il giudizio sia per il dentista, titolare dello studio, sia per l'odontotecnico, entrambi con l'accusa di lesioni personali colpose in concorso (solo l'odontotecnico è accusato anche di esercizio abusivo della professione di medico odontoiatra). Ma la beffa è dietro l'angolo. Il processo, fissato dinanzi al giudice monocratico Maria Alaia, comincerà solo il 1 ottobre del 2020.

"Quando ho letto non riuscivo a crederci - commenta amaramente la vittima - Ho subito una lesione permanente e mi sto recando a Verona, a mie spese, per trovare una soluzione. Voglio solo che ci sia un processo, che la giustizia faccia il suo corso in tempi consoni, anche perché la lentezza della giustizia ha bloccato anche il procedimento civile che ho avviato. E' una cosa che potrebbe succedere a chiunque. Non è bello che un cittadino che subisce un danno, come nel mio caso, non si senta tutelato dalla giustizia".  


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comincia processo a dentista ed odontotecnico, ma solo fra un anno

CasertaNews è in caricamento