menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ostruiti i canali per la regimazione delle acque

Ostruiti i canali per la regimazione delle acque

Le forti piogge ‘gonfiano’ la rete idrica: allagati terreni agricoli | FOTO

L'allarme di Coldiretti: "Senza manutenzione dei canali si rischiano continue esondazioni"

Le forti piogge di questi giorni gonfiano ancora una volta la rete idrica del basso Volturno provocando continui allagamenti dei terreni, con grave pregiudizio per le aziende agricole. L’area colpita – evidenzia Coldiretti Caserta, dopo un sopralluogo effettuato dal direttore Giuseppe Miselli – è compresa tra i comuni di Castel Volturno, Cancello ed Arnone, Villa Literno, Casal di Principe.

“Pur apprezzando gli sforzi del Consorzio di Bonifica Basso Volturno – dichiara il direttore Miselli – è evidente che i difetti infrastrutturali necessitano di un sostegno straordinario, con investimenti utili a riportare il deflusso delle acque alla normalità. In particolare sui canali per la regimazione delle acque la situazione è molto preoccupante. I canali sono ostruiti lungo il percorso e vanno liberati al più presto. Si rischia di condannare un territorio agricolo straordinario per produttività ad allagamenti continui, che distruggono il lavoro degli agricoltori”.

“Non ci possiamo permettere il lusso di alzare bandiera bianca – evidenzia Manuel Lombardi, presidente di Coldiretti Caserta – in una zona che rappresenta un’eccellenza produttiva. I canali di bonifica sono una risorsa, ma in queste condizioni diventano una minaccia continua per i terreni e per gli allevamenti. La nostra sollecitazione ad intervenire non è solo nell’interesse dell’agricoltura, ma dell’intera economia del basso casertano. Interventi radicali sulla rete idrica superficiale sono la base di partenza per costruire una prospettiva di sostenibilità ambientale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linea bloccata sulla Roma-Napoli, centinaia di pendolari "appiedati"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento