Cronaca San Tammaro

ELEZONI D'Angelo vuole cancellare la carica di presidente del Consiglio

D'Angelo: "I soldi risparmiati li possiamo utilizzare per le fasce deboli"

Il Movimento politico LeAli per San Tammaro ha già ufficializzato da giorni il candidato alla carica di sindaco per le amministrative di primavera nella persona dell’avvocato Vincenzo D’Angelo. “Sono orgoglioso di rappresentare quanti mi hanno proposto di concorrere alla carica di Sindaco” afferma il candidato sindaco. “Il mio impegno è rendere possibile un nuovo progetto di sviluppo per il nostro territorio. Un progetto condiviso con entusiasmo e aperto al contributo di chiunque voglia partecipare alla sua realizzazione, mettendo al primo posto il benessere di San Tammaro. Un progetto che restituisca a questo territorio il ruolo che gli compete. Insieme possiamo realizzare questo sogno, costruendo concretamente le basi per un futuro migliore”.

Sul programma spiega: “E’ necessario rinsaldare il rapporto tra la pubblica amministrazione ed i cittadini con l'obiettivo strategico ed operativo di massimizzare il grado di soddisfazione di essi. In questa prospettiva, è necessario ritornare ad un utilizzo rigoroso delle risorse pubbliche, indirizzandole al sostegno di opere produttive ed efficienti senza sprechi ed illogici interventi, tutelando la concorrenza e le pari opportunità. Nostro obiettivo prioritario è abbattere i costi della politica. Il primo intervento che faremo è cancellare la carica di Presidente del Consiglio Comunale. I Tammaresi sanno bene perché e per chi è stata creata, e sanno anche bene che con quei soldi si potevano realizzare interventi a favore delle classi deboli, oppure introdurre agevolazioni sul pagamento delle tasse per soggetti in difficoltà. Soldi pubblici spesi per una carica inutile. E nella lotta agli sprechi, punto cardine del nostro programma, sarà la restituzione di una parte dell’indennità che spetta alle cariche pubbliche. Quota che servirà a ristorare interventi nel sociale a favore delle classi deboli. Noi possiamo dirlo con orgoglio. Gli altri non so”.

Ed aggiunge: “Una buona amministrazione, con la “A” maiuscola a ben intenderci, dovrebbe mettere in atto le tecniche di finanza di progetto, meglio conosciute come “project financing”. Con il “project financing” potrà essere consentito la realizzazione, il recupero e la riqualificazione di opere pubbliche con la compartecipazione dei privati assicurando così efficienza e ridotto esborso di denaro pubblico.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ELEZONI D'Angelo vuole cancellare la carica di presidente del Consiglio

CasertaNews è in caricamento