rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Aversa

Diventa cuoco dopo la condanna: revocata anche la libertà vigilata

Ha aperto un'attività di ristorazione dopo aver espiato la pena

Diventa un cuoco ed avvia un'attività in proprio nell'ambito della ristorazione ed il giudice gli revoca la misura di sicurezza della libertà vigilata.

E’ quanto disposto dal magistrato di sorveglianza Manuela Mirandola del tribunale di Bologna nei confronti di Ernesto Ancona, 45enne di Aversa, domiciliato a Cesenatico, che ha accolto l'istanza di riesame della pericolosità sociale avanzata dall'avvocato Fabio Ucciero disponendo la revoca della misura  di sicurezza della libertà vigilata.

Ernesto Ancona era stato condannato nel luglio 2018 dalla Corte d'Assise di Appello di Napoli alla pena di 5 anni e 7 mesi di reclusione per associazione a delinquere di stampo mafioso. Terminata l'espiazione della pena il magistrato di sorveglianza del Tribunale di Firenze dispose l'applicazione della misura di sicurezza della libertà vigilata per un anno a fronte della gravità dei reati commessi.

Nel corso della misura il 45enne però effettuò un percorso di reinserimento nel tessuto sociale tanto da trovare lavoro come aiuto cuoco in un ristorante del riminese. Avviata un'attività in proprio nell'ambito della ristorazione e mantenuta una buona condotta il magistrato di sorveglianza ha disposto la revoca della misura di sicurezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diventa cuoco dopo la condanna: revocata anche la libertà vigilata

CasertaNews è in caricamento