Ex affiliato dei Muzzoni si consegna in commissariato e si fa arrestare

Elio Masi deve scontare poco più di 3 mesi di carcere per tentata estorsione

Arrestato dalla polizia

Deve scontare 3 mesi per tentata estorsione. Per questo motivo si è presentato al commissariato di Sessa Aurunca Elio Masi, 67 anni di Sessa Aurunca e domiciliato a Modena.

A metà maggio Masi è stato colpito da un ordine di esecuzione emesso dalla Corte d'Appello di Napoli per l'espiazione della pena in seguito ad una condanna di 2 anni e 4 mesi (di cui deve espiare un residuo di 90 giorni). L'arresto non è stato eseguito in quanto il 67enne aveva lasciato Modena per rientrare a Sessa Aurunca. Così, è stato contattato telefonicamente e si è recato in commissariato dove gli è stato notificato il provvedimento.

Dopo le formalità di rito gli agenti del commissariato aurunco, diretto dal vicequestore aggiunto Celestino Frezza, lo hanno accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Il suo legale di fiducia, l'avvocato Angelo Librace, ha già preannunciato istanza per la scarcerazione anticipata (non conteggiata nel computo complessivo della pena già espiata quasi interamente agli arresti domiciliari). 

Masi fu coinvolto in un'indagine dei carabinieri di Sessa Aurunca sul redivivo clan Esposito, meglio noto come dei Muzzoni, e sulle richieste estorsive ai commercianti come contributo per i detenuti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento