menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il blitz dei Nas all'Ospedale di Caserta

Il blitz dei Nas all'Ospedale di Caserta

Corruzione, furti ed assenteismo: il sistema del "braccio destro" del primario

Il ruolo di Angela Grillo: vacanze in cambio di ordini inutili per l'Ospedale, anche un militare corrotto con i soldi di una mazzetta. Certificati medici per allungare la villeggiatura e vedere la Juventus

Spregiudicata al punto da accettare mazzette ed assentarsi dal lavoro per recarsi a Torino a vedere la partita della Juventus in Champions League. Angelina Grillo, 50 anni di Marcianise, è finita in carcere stamattina in seguito ad un'inchiesta dei Nas che hanno smascherato un giro di corruttela all'interno del laboratorio del reparto di Patologia Clinica del Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta.

LA CORRUZIONE IN CORSIA

Nel corso delle indagini - coordinate dalla Sezione Criminalità Economica della Procura di Santa Maria Capua Vetere, diretta dal procuratore aggiunto Antonio D'Amato e condotte dai carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Caserta, guidato dal Tenente Colonnello Vincenzo Maresca - è emerso come Grillo abbia ottenuto da Giovanni Baglivi ed Ernesto Accardo, rappresentanti di una ditta fornitrice (entrambi destinatari del provvedimento interdittivo dai rapporti con la pubblica amministrazione), compensi in denaro o vacanze, tra cui un soggiorno a Capri, in cambio di forniture di beni strumentali e diagnostici per l'ospedale anche quando il materiale non serviva effettivamente al reparto.  

LA BUSTARELLA PER PAGARE LA MAZZETTA

In una circostanza, addirittura, Grillo avrebbe ottenuto una mazzetta per pagare a sua volta una mazzetta ad un militare dell'Esercito, Angelo Vaiano (destinatario della misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria), per il superamento del concorso per l'arruolamento dei figli. Il metodo era sempre lo stesso. La donna aveva ordinato materiale che era inutile per l'ospedale (e pagato con soldi pubblici) ottenendo dalla ditta fornitrice la bustarella utilizzata sia per corrompere il pubblico ufficiale sia per le spese di vitto e l'alloggio per accompagnare i figli a Foligno, dove si è svolto il concorso (poi superato). 

I FURTI DAL LABORATORIO

Non solo la corruzione. L'attività degli inquirenti ha permesso di riscontrare una serie di trafugamenti di farmaci e reagenti commessi dalla Grillo (ma anche da altri dipendenti dell'Azienda Ospedaliera e parenti o conoscenti) che utilizzavano per fini privati i farmaci o li destinavano a terze persone.

L'ASSENTEISMO

Dall'inchiesta dei Nas è venuto fuori, infine, come Angelina Grillo si assentasse, in maniera del tutto ingiustificata dal luogo di lavoro sia allontanandosi dopo aver timbrato, con l'avallo del primario del reparto Angelo Costanzo, sia dandosi malata per allungare le vacanze ed in una circostanza per andare a vedere una partita di Champions League della Juventus allo Stadium tra la Juve ed il Manchester City.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

  • Cronaca

    Contagi a picco, 379 guariti in 24 ore nel casertano

  • Cronaca

    E' morto padre Angelo Gutturiello: era missionario in Burundi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento