Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Corruzione all'Asl, al via i ricorsi al Riesame degli indagati

Schiavone, Scarpa, Stabile e Sannino impugnano il provvedimento cautelare. Nei prossimi giorni tocca a Carizzone

Al via le discussioni dinanzi al tribunale del Riesame per alcuni indagati coinvolti nell'inchiesta sulla corruzione nella gestione dei pazienti psichiatrici. 

Nel corso della giornata di oggi, dinanzi ai giudici della dodicesima sezione del tribunale della Libertà, presieduta dal giudice Sabella, hanno discusso i legali di Antonio Scarpa, Pasquale Sannino, Antonio Stabile ed il titolare di alcune strutture private Michele Schiavone. Le arringhe dei difensori, che chiedono l'annullamento dell'ordinanza cautelare, sono andate avanti fino a pomeriggio inoltrato. Si attende ora la decisione dei giudici. Nei prossimi giorni toccherà anche al medico Luigi Carizzone, ex direttore del Dipartimento di Salute Mentale con sede ad Aversa. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Luigi Iannettone, Raffaele Costanzo, Gianluca Di Matteo e Giovanni Cantelli. 

L'inchiesta, condotta dai Nas e coordinata dalla Procura di Napoli Nord, ha fatto emergere un patto corruttivo tra dipendenti dell'Asl ed imprenditori che sarebbero stati favoriti per il ricovero di pazienti psichiatrici a spese del Servizio Sanitario, e quindi con soldi pubblici. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corruzione all'Asl, al via i ricorsi al Riesame degli indagati

CasertaNews è in caricamento