Cronaca

Zone rosse, 150 militari ai varchi per bloccare l'ingresso e l'uscita da Marcianise ed Orta di Atella

Gli uomini della Brigata Garibaldi in campo per garantire la delimitazione

L'esercito per le strade di Marcianise

Sono circa 150 i militari del Raggruppamento Campania impiegato nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure” che da lunedì sera e fino al 4 novembre sono operativi per garantire il rispetto delle misure contenute nell’ordinanza della regione Campania che ha decretato il lockdown nei paesi di Orta di Atella e Marcianise.

L’Esercito è stato chiamato a presidiare, in concorso con le Forze di Polizia, i varchi di accesso agli abitati dei due comuni, dichiarati “zona rossa” a seguito dell’Ordinanza Regionale numero 84. Il lockdown è stato disposto a seguito dell’alto numero di contagi da Covid-19 e prevede il divieto di accesso e di uscita dalle città e la sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. E' consentito il transito in ingresso e in uscita da parte degli operatori socio sanitari addetti ai controlli e ai servizi assistenziali.

Dallo scorso mese di marzo, a seguito dell'insorgere dell'emergenza Covid-19, il Raggruppamento Campania, attualmente su base 21° Reggimento Genio Guastatori della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”, oltre ai compiti assegnati per l’operazione “Strade Sicure”, ha partecipato alla gestione dell’emergenza epidemiologica intervenendo nei campi della sicurezza e incrementando il controllo e la vigilanza delle zone rosse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zone rosse, 150 militari ai varchi per bloccare l'ingresso e l'uscita da Marcianise ed Orta di Atella

CasertaNews è in caricamento