Coronavirus, raggiunta la sospirata quota "zero" a Cesa e Francolise

L'annuncio dei sindaci Guida e Tessitore: non ci sono più casi positivi nelle due comunità

Sono state settimane difficili ma finalmente si vede la luce in fondo al tunnel a Cesa e Francolise, dove sono stati registrati rispettivamente 6 e 9 casi. Sono giunti gli esiti dei tamponi di controllo degli ultimi pazienti contagiati e il risultato è stato "negativo" con i due Comuni che raggiungono la sospirata quota "zero". 

Guida: "Finalmente la nostra concittadina torna a casa"

"Poco fa, dalla diretta interessata, abbiamo avuto la notizia della sua guarigione". Lo ha confermato il sindaco Enzo Guida. "La nostra concittadina, attualmente ricoverata all’Ospedale Cotugno, si è sottoposta ai tamponi di riscontro che sono risultati negativi. Lunedì sarà dimessa e tornerà a casa. È una bellissima notizia che vogliamo condividere con la comunità. Tramite questo canale ufficiale, la nostra concittadina vuole ringraziare tutti coloro che le sono stati vicini e le hanno manifestato affetto e solidarietà. Cesa, in questo momento, ha zero positivi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tessitore: "Da tempo aspettavamo questa notizia"

Esulta anche il sindaco di Francolise Gaetano Tessitore. "Da tempo aspettavamo di poter dare questa notizia. Nei momenti più bui, quando ci sentivamo avviliti per l’aumento del numero dei casi, quando sembrava che le cose stessero per precipitare, quando ci sentivamo con il fiato sul collo e con l’ansia di un’aumento esponenziale ed incontrollabile, con la paura per la salute di tutti, spesso ci siamo immaginati cosa avremmo provato quando avremmo potuto scrivere 'non ci sono più positivi al covid-19 a Francolise'. E quel giorno è, finalmente, arrivato. Anche il secondo tampone dell’ultima persona contagiata è negativo ed é finalmente guarita. Questo giorno felice merita da un lato una preghiera di ringraziamento, dall’altro deve essere da monito perché questo virus, benché ridimensionato, non è ancora sconfitto ed é il momento in cui dobbiamo essere ancora più attenti. Ricordiamo sempre, ai nostri figli e a noi stessi, che la terapia più efficace di contrasto e contenimento è stato rimanere a casa. Pertanto non lasciamoci tentare dalle belle giornate. Non riteniamoci immuni. Ricordiamo che al momento siamo dei privilegiati e, in quanto tali, dobbiamo alla nostra vita rispetto e tutela, perché è l’unico bene veramente irrinunciabile. Così, per la qualità della vita di tutti, in nome e per conto di tutto ciò che finora abbiamo fatto, ricordiamo che un’uscita in meno è l’unica garanzia per la salvaguardia della salute di ciascuno di noi. É una bella serata. Stasera, il tramonto a Francolise, ha una luce più calda e ci fa ben sperare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento