rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Coronavirus, altri 3 casi tra Santa Maria Capua Vetere e Parete. Sedici contagiati nel casertano

La moglie del primo paziente risultato positivo contagiata dal Covid 19, così come il figlio del secondo: ricoverata anche la moglie in attesa del test. Primo caso a Parete. In Campania 89 contagiati

Aumentano i contagi in provincia di Caserta. In serata è arrivata la conferma di altri due tamponi positivi a Santa Maria Capua Vetere, che porta a quattro i casi nella città del foro, in attesa della conferma dell'Istituto Superiore di Sanità. Si registra anche il primo caso a Parete. Complessivamente il numero dei tamponi positivi di residenti in provincia di Caserta è di 16: 5 a Bellona, 4 a Santa Maria Capua Vetere, 2 a Mondragone (tra cui una persona deceduta e risultata positiva al tampone post mortem), a Caserta, Sant'Arpino, Casal di Principe, Cesa, Parete. A questi vanno aggiunti un anziano napoletano, ricoverato dal 2 marzo all'ospedale di Marcianise e risultato positivo al test, ed il dipendente, sempre dell'hinterland napoletano, di un'azienda della zona industriale di Carinaro.   


A Santa Maria Capua Vetere ricoverata un'altra donna

Le novità più interessanti sono arrivate da Santa Maria Capua Vetere: il sindaco Antonio Mirra ha annunciato in serata altri due tamponi positivi: la moglie del medico ed il figlio del secondo paziente positivo. E' stata oltretutto ricoverata anche la moglie di quest'ultimo all'ospedale Cotugno di Napoli perché ha sintomi che farebbero pensare ad un possibile contagio. E' stata sottoposta anche lei ad un tampone ed è in attesa dei risultati.

Il sindaco: "C'è il primo contagiato in paese"

Primo probabile contagio anche a Parete. A renderlo noto è il sindaco Gino Pellegrino che annuncia il primo tampone positivo in attesa dei riscontri dell'Iss. "Ci tenevo ad informare la cittadinanza che abbiamo a Parete il primo probabile caso di contagio al Coronavirus. Il paziente è risultato positivo al Cotugno. Ora si attende il riscontro dallo Spallanzani e avremo l’eventuale conferma dall’Istituto Superiore di Sanità. Ho telefonata alla persona ed è in isolamento e in buono stato di salute. La situazione è sotto controllo e vi informerò sugli aggiornamenti. Al momento non vedo elementi di preoccupazione e invito la cittadinanza a seguire con attenzione tutti i consigli del Ministero della salute per prevenire possibili contagi". 

L'aggiornamento della Regione

L'Unità di Crisi della Protezione civile della Regione Campania comunica che nel pomeriggio di oggi sono stati esaminati 71 tamponi presso il centro di riferimento dell'ospedale Cotugno. Di questi 12 sono risultati positivi. Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell'Istituto Superiore di Sanità. Nella mattinata erano stati esaminati 48 tamponi di cui 14 risultati positivi. Il totale dei positivi in Campania è di 89 persone di cui uno guarito.

Caso sospetto a Falciano del Massico

In serata un sospetto caso di Coronavirus è stato trasportato all'ospedale di Caserta. Si tratta di una persona residente a Falciano del Massico. Presenta febbre alta e problemi respiratori. Attivato il protocollo sanitario per sospetti contagi dal virus Covid-19. E' stato sottoposto al tampone per il quale si attende l'esito dal Cotugno. 

Tutti gli aggiornamenti sul Coronavirus in provincia di Caserta

Il sindaco Natale rassicura sulle condizioni di una donna: "Sta bene"

Dopo il primo caso positivo a Casal di Principe il sindaco Renato Natale ribadisce come si tratti di "una casalinga, ricoverata e in buone condizioni (le auguriamo di tornare presto a casa; il comune si è già messo a disposizione della famiglia per eventuali esigenze che possono nascere dalla loro attuale condizione di isolamento). Le persone che hanno avuto con lei contatti potenzialmente a rischio sono stati già messi i quarantena. A tutti gli altri, dai vicini di casa, ai compagni di scuola, agli amici e parenti, dico di starsene tranquilli; devono solo, come tutti noi, seguire le indicazioni comportamentali del Ministero, da noi già divulgate con manifesti pubblici e volantini nei luoghi di incontro". 

Il blocco della Movida

Una nota ai prefetti per aumentare i controlli perchè vengano ripsettate le misure di prevenzione disposte dal Consiglio dei Ministri ed un invito alla responsabilità di molti giovani. E' quanto arriva dal governatore della Campania Vincenzo De Luca che sottolinea come sia "evidente che si è chiesto un sacrificio a tutti. Ma la posta in gioco è altissima. Se fallisce il tentativo di bloccare il dilagare del contagio, la situazione diventa davvero drammatica. Questa è la semplice verità. Per questo motivo devono essere cancellati comportamenti inconsapevoli o irresponsabili. È sabato sera. Mi permetto di fare un appello accorato ai ragazzi e ragazze, alle loro famiglie, perché la consuetudine della movida del fine settimana, dell'incontro di centinaia e centinaia di ragazzi che si radunano nei locali a contatto diretto, sono assolutamente da evitare, per la tutela della salute dei ragazzi e per la tutela delle nostre comunità", ha scritto De Luca.

(Ha collaborato Anna Grippo)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, altri 3 casi tra Santa Maria Capua Vetere e Parete. Sedici contagiati nel casertano

CasertaNews è in caricamento