Il sindaco vince la battaglia contro il Covid dopo 24 giorni di isolamento

Lombardi negativo al tampone molecolare: "Dedico la mia vittoria a mia nonna morta per coronavirus"

Il sindaco Stefano Lombardi

Aveva annunciato la sua positività al Covid-19 alla fine del mese di ottobre e dopo 24 giorni in isolamento domiciliare può tornare a sorridere. Il sindaco di Piana di Monte Verna, Stefano Lombardi, ha vinto la sua 'battaglia' contro il coronavirus: il tampone molecolare, al quale il primo cittadino è stato sosttoposto giovedì scorso presso il drive-in dell'Asl di Piedimonte Matese, è risultato negativo. 

"Dopo 16 giorni di positività effettiva, ho vinto la mia battaglia contro il virus - ha affermato entusiasta il sindaco Lombardi - Ho avuto la grande fortuna di contrarlo in maniera quasi del tutto asintomatica, fatta eccezione per qualche sporadico episodio tipico di un malanno stagionale. Non è stato quindi un grande trauma viverlo in prima persona, ma lo è stato sicuramente per la grande violenza con la quale si è portato via la nonna la scorsa settimana. È a lei anzitutto che voglio dedicare la mia vittoria odierna. E la sua tomba sarà il primo luogo che raggiungerò quando sarà arrivato il tempo di abbandonare l’isolamento. In sua memoria e in memoria di tutti coloro che da questo grande momento di sofferenza non torneranno più indietro. Sapere di essere guarito è per me motivo di grande gioia, ma è pur sempre una gioia a metà. Proprio perché alcuni membri della mia famiglia e diversi nostri concittadini lottano ancora oggi contro il Covid-19. Sarò totalmente felice quando tutti quanti potranno finalmente provare la gioia di aver sconfitto il virus, i sintomi, la quarantena e l’isolamento".

Il primo cittadino di Piana di Monte Verna racconta così i suoi giorni in isolamento domiciliare: "Sono stati giorni durissimi, durante i quali sono accadute tantissime cose, molte delle quali poco piacevoli e violente. E viverle in condizioni di isolamento, talvolta, non ha fatto altro che amplificarne la violenza. Durante l’isolamento ti ritrovi faccia a faccia con le tue paure. E non hai altra scelta che farci i conti e vincerle. Ma è stata anche e soprattuto un’occasione per ragionare sul senso delle cose davvero importanti, sul valore dei rapporti che contano e sul futuro che resta da scrivere. Bisogna avere sempre il coraggio di sperare, e di credere fortemente che le cose possono cambiare in meglio. Voglio ringraziare tutti coloro che nel corso di queste settimane mi sono stati vicino e mi hanno incoraggiato. Siete stati davvero determinanti per me. Ora attenderò le disposizioni dell’Asl e nel frattempo continuerò il mio isolamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento