Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Dopo 50 giorni finisce l’esilio del sindaco: Natale ha sconfitto il virus

La scoperta del contagio in Lombardia a casa della figlia, poi il ricovero in ospedale e oggi la splendida notizia del tampone negativo

Il sindaco di Casal di Principe, Renato Natale

E' stato a Milano per 50 lunghi giorni. Ha saputo di essere stato contagiato da questo maledetto virus a casa della figlia, ha lottato prima tra le mura domestiche e poi è stato costretto al ricovero in via precauzionale in ospedale. Poi le dimissioni dal nosocomio ma quel doppio tampone che non arrivava. Il virus era meno forte nel corpo del sindaco di Casal di Principe, Renato Natale, ma non voleva assolutamente andare via. Ha resistito per ben 50 giorni fino a stamattina quando il primo cittadino della comunità casalese ha ricevuto dall'Asl della Lombardia la notizia del tampone negativo, il secondo in pochi giorni. E quindi così finisce, fortunatamente con un grande sorriso, questo esilio di Renato Natale che presto potrà tornare a casa per abbracciare i suoi concittadini e per guidare il Municipio in questo difficile momento storico. 

"La mia lunga quarantena, durata 50 giorni, sta per finire e finalmente potrò tornare a casa - ha detto il sindaco -. Da lunedì sarò a pieno servizio della mia città. So che mi aspettano giorni difficili; la situazione epidemica è gravissima; con i suoi oltre 100 contagiati, Casal di Principe è fra le città più colpite di terra di lavoro. Purtroppo comportamenti irresponsabili di una parte della nostra popolazione sta danneggiando molti e abbiamo davanti settimane di difficoltà con il rischio di più pesanti provvedimenti restrittivi. Chiedo la collaborazione di tutti, mi affido al senso di responsabilità che ha sempre contraddistinto la nostra gente nei momenti difficili. Vi auguro intanto, e nonostante tutto, un buon fine settimana".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 50 giorni finisce l’esilio del sindaco: Natale ha sconfitto il virus

CasertaNews è in caricamento