rotate-mobile
Cronaca Parete

Coronavirus, i sindaci si preparano ad affrontare l'emergenza

Dopo i primi casi sospetti arrivano le contromosse delle istituzioni tra tavoli e piani per la prevenzione. De Luca: "Unità di crisi epidemiologica è pronta"

Resta altissima l'allerta per il Coronavirus anche nel casertano. Dopo i due casi al Pineta Grande, entrambi con esito negativo, e quello al San Rocco di Sessa Aurunca, con il protocollo che ha funzionato alla perfezione con il tampone del paziente che presentava sintomi "sospetti", tra l'altro comuni anche ad altre patologie come la polmonite, inviato al Cotugno ed in attesa di esito, adesso anche i sindaci cominciano ad attivarsi con iniziative per far fronte ad un'eventuale emergenza. Insomma il diktat è: non lasciare nulla al caso.

Sull'emergenza da Coronavirus "stiamo monitorando in queste ore con grande attenzione tutte le strutture della sanità campana - ha detto il governatore Vincenzo De Luca - L’unità di crisi epidemiologica istituita il primo febbraio scorso è pronta ad affrontare ogni eventuale situazione di emergenza e siamo in grado, in caso di necessità, di predisporre tempestivamente locali e attrezzature idonei. Rivolgiamo un appello a non affollare i Pronto Soccorso e a evitare allarmismi. Non si segnalano al momento casi conclamati di coronavirus nella nostra regione ma occorre tenere alto il livello di attenzione e usare prudenza in particolare in situazioni di affollamento. Ricordiamo che è attivo il nostro numero verde (800909699), che sarà già da domani potenziato con altre linee e ulteriori operatori. Un passaggio fondamentale è sempre quello di rivolgersi prima al proprio medico di famiglia. L’appello è anche ad attenersi alle comunicazioni ufficiali che provengono dal Ministero della Salute e per esso dalla Regione Campania, per evitare che si diffondano notizie parziali e senza fondamento scientifico che producono come è accaduto negli ultimi giorni, solo psicosi e allarmismo".

Intanto, come detto, i sindaci si preparano alle contromosse per non farsi trovare completamente impreparati. "Lunedì mattina  - annuncia il sindaco di Parete Gino Pellegrino - attraverso la nostra farmacia comunale forniremo i dispencer di disinfettante gel in tutte le scuole ricadenti sul territorio comunale. Sempre lunedì convocherò la consulta Sanità e i medici di famiglia per affrontare assieme alle famiglie e alle scuole l’emergenza Coronavirus. Non bisogna creare allarmismi ma penso che non dobbiamo tralasciare alcun aspetto".

Decisione simile anche a Teano dove il sindaco Dino D'Andrea ha avviato i contatti con l'Asl per "concordare una linea di prevenzione comune Asl e territori per dare sicurezze e risposte concrete alla popolazione. Intanto vi informo che a Teano gli operatori sanitari dispongono già di nove kit. La situazione è sotto stretto monitoraggio".  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i sindaci si preparano ad affrontare l'emergenza

CasertaNews è in caricamento