Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Cellole

Il sindaco chiude tutte le scuole. E fino a Carnevale niente 'libertà' per i minorenni

I ragazzi potranno uscire solo se accompagnati da un genitore. Stop alla vendita di alcolici nel pomeriggio fino al 16 febbraio

Stretta durissima del sindaco di Cellole, Guido Di Leone, per limitare i contagi da Covid-19. In questi ultimi giorni si sono verificati numerosi casi soprattutto nelle scuole cittadine e quindi il primo cittadino ha deciso di prendere una decisione importante: chiudere tutti i plessi fino al 13 febbraio, quindi sabato prossimo. Con la ripresa delle attività in presenza fissata per dopo Carnevale, quindi mercoledì 17 febbraio (15 e 16 sono già giorni di chiusura così come da calendario scolastico). Nell'ordinanza del primo cittadino si fa riferimento ai contagi e quindi alla necessità di "sanificare i locali delle scuole". Le attività scolastica proseguiranno, ovviamente, con la didattica a distanza secondo il protocollo scolastico. 

Ma non finisce qui perché l'ordinanza più 'clamorosa' è quella che vieta ai minorenni di uscire di casa senza un adulto fino al giorno di Carnevale. E' un provvedimento che praticamente tende a ridurre la presenza di giovani per strada in questo giorno di festività, lasciando anche ai genitori la responsabilità di tenerli a casa. I minorenni potranno mettere la testa fuori la propria abitazione solamente se accompagnati da un familiare. Nella stessa ordinanza si vieta la vendita di bombolette spray, così come la vendita di alcolici dalle 16 alle 5 fino al giorno di Carnevale (16 febbraio). E non finisce qui perché c'è anche il divieto di stazionamento in ogni area pubblica e davanti le attività di somministrazione di alimenti e bevande. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco chiude tutte le scuole. E fino a Carnevale niente 'libertà' per i minorenni

CasertaNews è in caricamento