Cronaca Lusciano

Scuola calcio aperta nonostante i divieti, multe per oltre 10mila euro

Blitz dei carabinieri durante gli allenamenti: sanzioni al titolare della struttura e a tutti i presenti al campo

Da quando c'è la zona rossa in Campania non si possono più tenere allenamenti per gli adulti, figuriamoci per i bambini della scuola calcio. E' consentita solamente l'attività fisica ai professionisti ma questo probabilmente qualche scuola calcio non l'ha capito ed infatti, in seguito ad una segnalazione, i carabinieri hanno fatto scattare un blitz in una struttura di Lusciano trovando decine di bambini intenti a 'giocare' con gli allenatori e anche alcuni genitori all'esterno del rettangolo di gioco. 

Probabilmente c'è ancora chi si crede più furbo degli altri visto che se è consentita l'attività 'individuale' durante la zona arancione, lo stesso non si può dire quando il Governo dichiara la zona rossa ma il titolare della scuola calcio ma anche il responsabile della struttura con molta probabilità non hanno mai guardato un telegiornale o non si saranno mai informati del fatto che fosse vietato 'ospitare' i ragazzini e quindi hanno continuato ad 'incassare' la retta mensile. Con il 'sogno' di non essere beccati dalle forze dell'ordine.

Ma, purtroppo per loro, ciò non è stato possibile visto che i carabinieri sono giunti sul posto ed hanno fatto prima scattare la chiusura della struttura per 5 giorni con pesante sanzione e poi multato tutti coloro che erano presenti nell'area verde dedicata al calcetto con sanzioni totali superiori ai 10mila euro. 

Forse adesso (e solamente adesso) anche i 'furbetti' avranno capito la lezione... di vita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola calcio aperta nonostante i divieti, multe per oltre 10mila euro

CasertaNews è in caricamento