Mini focolaio, aumentano i positivi: 16 casi su 198 tamponi

A Sessa test negativi per i primi due dipendenti del Comune. Ad Aversa torna un caso dopo 3 mesi, il sindaco: “Preoccupato per l’evoluzione”.

Aumenta il numero dei positivi a Roccamonfina, dove a ridosso di Ferragosto si è acceso un mini focolaio di contagi da coronavirus. Ad oggi, secondo quanto comunicato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carlo Montefusco, sono stati processati 198 tamponi, 16 dei quali hanno dato esito positivo. Il primo cittadino sta seguendo da vicino la situazione e praticamente il Centro operativo comunale è costantemente aggiornato su quanto emergendo: una volta finito lo screening si valuteranno ulteriori provvedimenti da adottare. Per il momento tutti le persone risultate positive, i loro familiari e tutti coloro che hanno avuto contatti sono stati messi in quarantena per evitare di allargare il contagio. Intanto arrivano buone notizie da Sessa Aurunca, dopo che tra i contagiati del paese del Vulcano era stata trovata anche una dipendente del Comune aurunco. I primi due tamponi a cui sono stati sottoposti i dipendenti hanno dato esito negativo. Si attende l’esito degli altri test effettuati per valutare ulteriori interventi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Torna il coronavirus anche ad Aversa

In serata il sindaco di Aversa Alfonso Golia ha invece avuto modo di sentire telefonicamente il proprio concittadino che è risultato positivo così come comunicato dall’Asl Caserta (che ha certificato 13 nuovi casi).  “Dopo quasi tre mesi a dover annunciare che sul territorio del nostro comune c'è un nuovo caso di Coronavirus, collegato ad altri casi registrati nell'agro negli ultimi giorni. Ci siamo sentiti telefonicamente, sta bene ma nei giorni scorsi ha avuto la febbre - ha affermato il primo cittadino - Come prassi si è attivata tutta la filiera dell'Asl di Caserta con l'Usca  e l'Uopc che hanno preso in carica il caso e stanno lavorando a pieno regime per rispondere a tutte le richieste di tampone avanzate da chi è tornato in Campania dopo una vacanza all’estero”. Golia non nasconde di essere “preoccupato per le evoluzioni che potrebbero esserci nei prossimi giorni, nelle prossime settimane. Domani mattina riuniremo il COC per prendere tutte le decisioni del caso”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento