rotate-mobile
Cronaca

Famiglie, imprese e professionisti: piano da 604 milioni della Regione per l'emergenza

Il governatore: "Fatto uno sforzo enorme ma comportamenti irresponsabili rischiano di vanificare tutto"

Pensioni minime a 1000 euro per due mesi, un contributo di 1000 euro per i professionisti e di 2000 per le imprese. Queste alcune delle misure previste dal piano della Regione Campania per l'emergenza Socio-Economica legata al Coronavirus, presentato dal Governatore Vincenzo De Luca

Il Piano

"E' un piano a cui abbiamo lavorato intensamente in questi giorni ed è il frutto dei suggerimenti arrivati da tutte le forze politiche ma anche dalle associazioni di categoria e dai cittadini. Abbiamo fatto uno sforzo gigantesco da un punto di vista finanziario: il piano vale 604 milioni di euro per dare una mano alle famiglie, alle imprese, ai professionisti ed a quanti stanno pagando un prezzo pesante alla crisi che stiamo vivendo", ha spiegato il Governatore che ha invitato tutti ad assumere atteggiamenti responsabili: "questo sforzo che stiamo facendo non servirà a niente se non usciremo dall'epidemia. I due fine settimana che abbiamo davanti sono decisivi. Se ci rilassiamo o adottiamo comportamenti di massa irresponsabili torniamo da capo. L'appello è avere il massimo di responsabilità e di rigore altrimenti dovremo soffrire ancora a lungo".

Politiche sociali

"Per le politiche sociali l'investimento è complessivamente di 272 milioni di euro - ha detto De Luca entrando nel dettaglio -Prevede un bonus per le persone che hanno disabilità non gravissime come ad esempio le famiglie in cui c'è un bambino autistico. Il bonus è di 600 euro per queste famiglie". 

Pensioni

"Prevediamo che per i prossimi due mesi non ci sia nessuna pensione al di sotto dei mille euro per due mesi. E' un grande segnale di civiltà che vogliamo dare e che vogliamo presentare al governo nazionale. Daremo in media un bonus individuale di circa 5-600 euro per i mesi di aprile e maggio, se riusciamo, o maggio e giugno. La platea è di 75mila beneficiari". 

Famiglie

"Prevediamo un bonus di 400 euro per le famiglie che hanno almeno un figlio al di sotto dei 15 anni. Questo per aiutare le famiglie a dotarsi di strumenti informatici e favorire l'accesso ai servizi didattici e socio-educativi.  Prevediamo un investimento di 7 milioni di euro sul bilancio Regionale con 500 euro per le famiglie con un reddito Isee fino a 20mila euro e 300 euro per i redditi Isee fino a 35mila euro. E' una misura che grava esclusivamente sul bilancio regionale".

Piani sociali di zona ed immigrati

"Prevediamo un sostegno grande ai piani sociali di zona. Per le disabilità gravissime e le persone non autosufficienti trasferiamo ai piani sociali di zona 39 milioni di euro. Alla rete complessiva delle politiche sociali (che riguardano povertà, tossicodipendenze, alcolismo) diamo 57 milioni di euro. Abbiamo già anticipato ai piani dociali di zona risorse per 15 milioni di euro. Prevediamo contributi per gli immigrati. In particolare ai comuni della fascia di Castel Volturno e nella Piana del Sele per migliorare gli alloggi degli immigrati (1,4 milioni), per garantire servizi di trasporto (350mila euro), kit igienici ed assistenza sanitaria (1 milione di euro)". 

Agricoltura

"Siamo disposti ad acquistare le eccedenze delle produzioni agricole e le daremo ai banchi alimentari per dare un ulteriore aiuto alle persone in difficoltà".

Sostegno alle imprese

Daremo un contributo generale di 2000 euro (una tantum) per tutte le micro imprese con meno di 10 addetti ed un fatturato fino a 2 milioni di euro. Una platea prevedibile di 40mila imprese. La misura potrà diventare operativa in un tempo di 10-15 giorni. Manteniamo un fondo di 13 milioni di euro come fondo di garanzia regionale per i confidi dedicato alle piccole imprese (circa 2500 imprese con un finanziamento di 10mila euro)

Professionisti e lavoratori autonomi

Abbiamo destinato a questa misura 80 milioni di euro. Si tratta di una misura aggiuntiva rispetto ai 600 euro dell'una tantum nazionale. Prevediamo di dare un contributo di 1000 euro. Camere di Commercio e commercialisti devono segnalarci associati con fatturati di meno di 35mila euro nel 2019 e che devono autocertificare che hanno avuto un danno nei primi 3 mesi dell'anno. Contiamo di fare gli accrediti tramite Inps o le casse di previdenza per gli ordini professionali". Si comprendono anche le imprese e i lavoratori del mondo della cultura e dello spettacolo, che potranno quindi essere destinatari del sostegno previsto. Il comparto potrà contare inoltre sulle risorse di bilancio relative alla Legge Cinema e al Fondo per lo Spettacolo, che saranno rifinanziate.

Turismo 

30 milioni di euro per i lavoratori stagionali impegnati in attività alberghiere ed extra alberghiere. Contributo aggiuntivo rispetto ai 600 euro nazionali. Circa 25mila unità lavorative, 300 euro mensili per 4 mesi. 

Casa

C'è già un bando per contributi alloggiativi che scade il 27 aprile. Presentate 26mila domande. Vedremo di fare un ulteriore bando. Per ora stanziamo un contributo fino a duemile euro per redditi Isee bassi. Prevediamo fondo di solidarietà per alloggi popolari. Sostegno al fitto dei locali commerciali insediati nel patrimonio pubblico. Sostegno al fitto delle abitazioni principale: per nucleo familiare duemila euro. Contributi sui mutui prima casa per 5 milioni di euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglie, imprese e professionisti: piano da 604 milioni della Regione per l'emergenza

CasertaNews è in caricamento