Le ordinanze contro i bar non bastano: ressa di ragazzi in centro | FOTO

Centinaia di ragazzi in strada per 'festeggiare' l'ultimo sabato prima di Natale: non reggono i provvedimenti anti cocktail

Ressa e assembramenti ieri a piazza Margherita a Caserta

L'ordinanza 'anti operativi' e anti assembramenti su Caserta, Aversa e Santa Maria Capua Vetere non ha funzionato. O comunque non ha funzionato nel migliore dei modi perché nonostante divieti, controlli e anche 'minacce' di sanzioni migliaia di persone si sono riversate in strada per 'festeggiare' (non si sa cosa) questo ultimo weekend prima del Natale. Che fosse un fine settimana delicato lo avevano capito anche i 3 sindaci di Caserta (Carlo Marino), Aversa (Alfonso Golia) e Santa Maria Capua Vetere (Antonio Mirra) che avevano chiesto un confronto con Prefetto, Questore e massimi vertici provinciali dei Carabinieri e Finanza dopo il quale emerse l'esigenza dell'ordinanza di "divieto di consumo di bevande alcoliche nelle aree pubbliche, aperte al pubblico e soggette ad uso pubblico; mentre nei giorni 19 e 20 dicembre, dalle ore 11 alle 22, ad integrazione dei divieti già previsti dal Dpcm del 3 dicembre 2020 e dalle ordinanze regionali, il divieto, per più di tre persone esclusi i familiari conviventi, di stazionamento ed assembramento (fatte salve eventuali code per garantire gli accessi contingentati negli esercizi commerciali) in tutto il territorio comunale".

Ressa e assembramenti di giovani in piazza Margherita a Caserta

Peccato che le foto parlino da sole e che a Caserta nella serata di ieri c'è stata vera e propria folla in piazza Margherita a Caserta. Questo è stato possibile anche perché in centro a Caserta, tra tanti bar chiusi, c’è anche chi ha pensato di far il furbo, continuando a vendere in asporto anche oltre le 11; mentre i ragazzi, in serata, si sono ammassati anche nei pressi del supermercato Carrefour aperto h24 per rifornirsi di sfizi e bevande, restando in strada finché possibile. In pratica fatta l'ordinanza, trovato l'inganno. Code chilometriche di automobili, giovani in strada veramente fino a notte fondo, contro ogni divieto e contro anche il 'coprifuoco' che sarebbe dovuto scattare alle 22. 

In piazza Paul Harris ad Aversa arrivano le forze dell'ordine

Ad Aversa in piazza Paul Harris, a pochi metri praticamente dal parcheggio dell'ippodromo, si sono ritrovati fino a notte fonda centinaia di ragazzini che hanno invaso la piazza nonostante i divieti. I drink di certo non sono mancati a dimostrazione che poi le ordinanze le devono rispettare tutti, compresi gli esercenti che invece (solamente alcuni) hanno preferito 'vendere' cocktail ed aperitivi anche oltre le 11. In via Roma, sulla strada centrale di Aversa, poi non ne parliamo proprio: migliaia di persone a fare shopping e strada affollata sin da dopo pranzo fino a chiusura dei negozi.

Giovani 'beccati' dalla Municipale fuori l'Anfiteatro

L'ordinanza era stata firmata anche dal sindaco Antonio Mirra di Santa Maria Capua Vetere ma anche qui, soprattutto giovanissimi, non hanno capito l'importanza di rispettare le regole in un momento così delicato a causa di questa pandemia in atto. Chiaramente il sabato sera c'è ancora voglia di divertirsi e alcuni di giovani si sono ritrovati fuori l'Anfiteatro e anche qui è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine per far rientare i ragazzi soprattutto dopo le 22, ora del 'coprifuoco'. Sono infatti intervenuti gli uomini della polizia municipale che hanno anche multato alcuni ragazzi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento