rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca

Medici e infermieri 'no vax': in 22 nel casertano attendono il via libera dal Governo

Due operatori lavorano in ospedale e gli altri 20 nell'ambito dell'Asl casertana

I 'no vax' casertani sono pronti a tornare al lavoro: stiamo parlando di due operatori dell'ospedale 'Sant'Anna e San Sebastiano' e di 20 tra operatori, medici e infermieri in tutta l'Asl di Caserta. I due direttori Gaetano Gubitosa dell’Aorn Sant’Anna e San Sebastiano e Amedeo Blasotti sono adesso in attesa del via libera ufficiale nei confronti di queste persone che hanno scelto di non aderire alla campagna vaccinale. 

Eppure, così come ha anche riferito il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il Covid di certo non è scomparso da un giorno all'altro. Oggi chi si sottopone al tampone, almeno per ora, è obbligato ad osservare l’isolamento nella propria casa almeno per sette giorni prima di effettuare un nuovo tampone che ne accerti la negativizzazione. In caso di ulteriore positività, poi, saranno altri sette i giorni di chiusura obbligata nella propria casa, fino al seguente tampone. E così via.

E per questo motivo i cittadini invece ora preferiscono effettuare il test rapido che non vincola come il tampone in quanto non avviene una registrazione sulla piattaforma istituzionale. In questo quadro epidemiologico, poi, è da inserire la campagna vaccinale che continua senza freni soprattutto affinché si completi il ciclo con la quarta dose. In Terra di Lavoro, sono 66.674 i cittadini che hanno ricevuto la quarta somministrazione a fronte dei 768.012 cittadini casertani (l'8,6% del totale) che hanno ricevuto almeno la prima dose di farmaco anti Covid.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici e infermieri 'no vax': in 22 nel casertano attendono il via libera dal Governo

CasertaNews è in caricamento