menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, 63 positivi in Campania. Controanalisi sul 47enne morto. De Luca 'chiude' le discoteche

Il sindaco di Santa Maria CV dopo il secondo caso positivo: "Sento ancora parlare di feste, faremo controlli e denunceremo chi non rispetta le regole". Aumentano i monitorati a Vitulazio, notizie positive da Sant'Arpino. A Bellona messaggi WhatsApp con gli isolati. A Casal di Principe attivato il Coc

E’ salito a 63 il numero dei contagiati da coronavirus in regione Campania. “L'Unità di Crisi della Protezione civile della Regione Campania - si legge in una nota - comunica che nel pomeriggio di oggi sono stati esaminati in laboratorio, presso il centro di riferimento dell'ospedale Cotugno, 45 tamponi. Sei di questi sono risultati positivi. Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell'Istituto Superiore di Sanità. Nella mattinata erano stati esaminati 47 tamponi, di cui 7 positivi. Per questo, nella giornata di oggi si sono registrati 13 tamponi positivi su 92 tamponi analizzati. In totale sono 63 i casi positivi accertati nella regione”. 

Morto in ospedale: si attendono le controanalisi

La stessa task force regionale ha confermato la positività del tampone effettuato sul 47enne di Mondragone deceduto all’ospedale di Sessa Aurunca giovedì mattina. Solo oggi è giunta la conferma che l’uomo era affetto da coronavirus. E' il tredicesimo caso certificato dopo quelli di Bellona (5), Caserta, Santa Maria Capua Vetere (2), Mondragone, Cesa, Sant'Arpino, Casal di Principe. L’uomo sembra soffrisse di problemi epilettici che gli causavano crisi respiratorie, che lo facevano finire spesso al Pronto Soccorso. Era anche diabetico. La direzione generale del nosocomio ha posto in quarantena i medici e il personale sanitario venuto in contatto con il 47enne; anche i familiari dell'uomo sono stati posti in quarantena. Intanto si attendono le controanalisi dell’Istituto Superiore di Sanità per certificare il tampone positivo.

Stop alle discoteche fino al 15 marzo

Per prevenire altri possibili contagi e, soprattutto, per frenare gli eventi pubblici (anche in vista della festa della donna di domenica) il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato un’ordinanza con la quale disposte lo stop alle discoteche ed ai luoghi di ritrovo dove non sia possibile garantire la distanza interpersonale di un metro con il solo servizio verso i posti a sedere.

Secondo caso a Santa Maria CV, il sindaco: “Basta feste, denunciamo tutti”

Il sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra è intervenuto in serata sul secondo caso di coronavirus nella sua città. “L’uomo ha 70 anni ed è attualmente ricoverato all’ospedale Cotugno. Nello stesso ospedale è stato portato anche il primo paziente trovato positivo al coronavirus, ma le sue condizioni sono buone. Le famiglie dei due sono attualmente in isolamento (in totale una decina di persone, ndr) anche se al momento non sono stati sottoposti a test in quanto non presentano sintomi”. Il sindaco Mirra non ha mancato di mandare un messaggio chiaro sulle restrizioni in atto: “Sento ancora parlare di feste e questo mi fa pensare che il messaggio non sia arrivato a dovere. Faremo controlli, così come abbiamo fatto con le ludoteche, e partiranno le denunce”.

Aumentano le persone monitorate a Vitulazio. A Bellona messaggi WhatsApp con gli ‘isolati’

Aumenta il numero delle persone monitorate a Vitulazio. “Il Responsabile del Dipartimento dell’Asl - si legge in una nota del sindaco Raffaele Russo - ha specificato che le persone residenti /o dimoranti nel nostro Comune sottoposte a vigilanza sanitaria attiva sono passate per una maggior precauzione ad un numero di 12, e che sono attualmente in buona salute e senza alcun sintomo inerente il coronavirus”. Si tratta di persone che hanno avuto contatti con la coppia di Bellona risultata positiva al coronavirus. Anche il sindaco di quest’ultimo paese Filippo Abbate ha aggiornato la situazione affermando che “da stamattina è operativo il Centro operativo di controllo” e che è stata “attivata una lista broadcast di WhatsApp che ci permette di stare costantemente in contatto per ogni necessità dei nostri concittadini che si trovano in isolamento domiciliare”.

La ragazza di Sant’Arpino senza febbre, a Casale attivato il Centro operativo comunale

Il sindaco di Sant’Arpino Giuseppe Dell’Aversana ha confermato di aver parlato telefonicamente con la ragazza risultata positiva al test dell’ospedale Cotugno. “Sta bene e non ha febbre. La situazione evolve in positivo. Restiamo prudenti e rispettiamo le norme precauzionali per contenere la diffusione del coronavirus” ha detto rivolgendosi ai suoi concittadini. Il collega di Casal di Principe Renato Natale ha annunciato che sarà mattina sarà operativa “il Centro operativo comunale con i responsabili di tutti gli uffici del Comune, il Segretario Generale ed il corpo dei vigili urbani. Asl, Protezione civile e Comune sono tutti all'opera per ridurre i rischi e rendere sicura la vita civile. Intanto gli operatori sanitari hanno già individuato possibili contatti avuti dal soggetto positivo, e sono stati tutti invitati a restare in casa in quarantena. Sono sicuro che la proverbiale capacità dei casalesi di affrontare con coraggio e determinazione disagi e problemi, la capacità di restare diritti sempre e comunque, alla fine avrà ragione del virus”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento