Il dolore dei sindacalisti per la morte di Giuseppe, strappato dal Covid ad appena 34 anni

Topo, Gargiulo e Ficco: "Questo virus non guarda in faccia a nessuno"

La Cimo-Fesmed-Saues, nelle persone dei rispettivi rappresentanti Filippo Topo, Salvatore Gargiulo e Paolo Ficco esprime il proprio “commosso cordoglio e partecipa al grande dolore dei familiari del giovanissimo operatore sanitario dell'UO di Marcianise, deceduto a soli 34 anni in seguito alle complicanze della malattia da Covid 19”.

“E’ evidente come questo virus non risparmi proprio nessuno, neanche persone giovanissime ed esenti da altre patologie in atto e pregresse” sottolineato i 3 sindacalisti ricordando la morte di Giuseppe.

“Le nostre organizzazioni sindacali - concludono - si stanno prodigando, collaborando congiuntamente con le Istituzioni, affinché questo virus sia definitivamente debellato, ma soprattutto affinché sia prevenuto il contagio non solo nel mondo della Sanità, ma anche tra i cittadini e che Costoro siano assistiti nel modo più adeguato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento