E' morta la nonna del sindaco ricoverata per il Covid

Ad annunciarlo lo stesso primo cittadino: "Era anziana ma aveva un quadro clinico stabile. Una perdita enorme per me e la mia famiglia"

E' morta la nonna del sindaco di Piana di Monte Verna, Stefano Lombardi. La donna aveva da qualche giorno contratto il virus ed era ricoverata all'ospedale 'Sant'Anna e San Sebastiano' di Caserta. A darne la triste notizia direttamente il primo cittadino, nipote della donna: "La signora Candida Petrosino, la mia nonna, è spirata questa mattina. Sarebbe già stato abbastanza complicato comunicare una notizia tanto straziante da primo cittadino, lo è ancor di più da persona direttamente ed emotivamente coinvolta. Da nipote, da figlio". 

Il sindaco sottolinea che "vivere in prima persona un dramma tanto forte è come scrivere una pagina personale di questo dramma collettivo.
Vedere un proprio familiare raggiungere il letto di un ospedale, saperlo estremamente sofferente e infine non avere neppure l’opportunità di concedergli un ultimo sguardo e un ultimo saluto è qualcosa che ti gela il sangue nelle vene. E' accaduto oggi a noi quello che accade in Italia e nel mondo ormai da mesi.  Sentire la completa impotenza di fronte ad un mostro subdolo e beffardo. La nonna era anziana, aveva i suoi acciacchi ma conservava un quadro clinico sostanzialmente stabile. Il Covid-19 ha fatto tutto il resto. E’ il segno di questi tempi. E' capitale umano che vola via. Sono affetti, valori e storie di vita vissuta che ci lasciano senza concederci il privilegio di un ultimo attimo". 

Anche il sindaco è in isolamento insieme ai familiari e questo "ci impedirà di esserci fisicamente ma non potrà impedirci di esserci nella preghiera e nello spirito. Pregherò e pregheremo affinché la nonna possa ricevere la gloria dei cieli, e per tutti coloro che soffrono oggi per questa causa. Sono molto addolorato da primo cittadino, da nipote, da figlio e da fratello di questa comunità. Ci tengo a rivolgere un ringraziamento ai medici e al personale sanitario dell’Aorn S. Anna e S. Sebastiano di Caserta per la grande professionalità e l’etica con la quale hanno assistito, fino agli ultimi istanti, la nonna. Così come ci tengo a ringraziare tutte le persone che ci stanno dimostrando affetto e vicinanza in questi giorni complicatissimi. Vi riservo, infine, il solito e continuo invito al rispetto delle regole essenziali e basilari del contenimento del contagio da coronavirus.  Oggi più che mai abbiamo il dovere morale di proteggerci e di proteggere le fasce fragili e più a rischio. Quel capitale umano che può lasciarci con più facilità e silenzio, ma che fa un rumore straziante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

  • Altre 8 vittime del virus nel casertano ma i nuovi positivi sono in calo

Torna su
CasertaNews è in caricamento