menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

Si tratta di un'insegnante di Marcianise (primo tampone già negativo) e di un uomo di Roccamonfina che ha lamentato febbre. Attivati i protocolli in entrambe i casi ma sembra essere tutto sotto controllo

Una ragazza messa in quarantena dopo essere tornate a Marcianise da un comune lombardo dove sono stati rilevati contagi di coronavirus. L'allarme è scattato nella giornata di oggi, col commissario prefettizio Michele Lastella che ha convocato una riunione negli uffici di piazza Umberto per affrontare la delicata vicenda.

Il primo tampone ha dato esito negativo

La segnalazione del rientro della insegnante ha fatto scattare immediatamente il protocollo: la gestione è stata presa in carico dagli uffici comunali, anche se per il momento sembra essere tutto sotto controllo, visto che la ragazza non sembra avere sintomi che potrebbero far pensare ad un contagio. Anche il primo tampone effettuato ha dato esito negativo. Una precauzione, dunque, nell’ambito del protocollo attivato per la psicosi che da tre giorni ha invaso tutta l’Italia dopo i primi casi di contagio nel Nord Italia. La ragazza, però, così come previsto dal protocollo sanitario sarà monitorata e nei prossimi giorni dovrà evitare di avere contatti con altre persone.

IL MISTERO DEL 'PAZIENTE ZERO'

Il falso allarme all'ospedale di Marcianise

Intanto, sempre in mattinata, all’ospedale di Marcianise si è presentato un uomo anziano con problemi respiratori. E’ stato attivato il protocollo anche in questo caso, ma poi i medici si sono resi conto che non c’era alcun collegamento col coronavirus, ma che si trattava di un problema batterico.

ALTRI CASI MONITORATI NEL CASERTANO

Un nuovo ricovero ‘attenzionato’ all’ospedale di Sessa Aurunca

Nel pomeriggio è stato attivato di nuovo il protocollo anche all’ospedale San Rocco di Sessa Aurunca. Un uomo di Roccamonfina si è presentato al Pronto soccorso dopo essere rientrato da Casal Pusterlengo, in Lombardia, dove sono stati segnalati alcuni casi di contagio. L’uomo si è presentato in ospedale perché accusava un po’ di febbre e malanni influenzali, affermando di aver avuto contatti in terra lombarda con altre persone. Per questo motivo è stato sottoposto al test per il coronavirus: il risultato arriverà a notte inoltrata, anche se va sottolineato che la situazione sembra essere alquanto tranquilla. 

(ha collaborato Anna Grippo)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento