Impennata di contagi, il sindaco ‘minaccia’ lockdown: "Chiudo tutti gli accessi"

Interi condomini infettati e troppi assembramenti in strada, Raiano è una furia: "Da questo momento in poi si cambierà registro"

Il sindaco Antonio Raiano

Il coronavirus continua a colpire in provincia di Caserta, così come continuano ad aumentare i cittadini che non rispettano le norme anti contagio. E' il caso di Curti, comune di poco più di 7mila abitanti, dove nelle ultime 24 ore il numero dei contagiati da Covid-19 è schizzato a quota 112. Una situazione in controtendenza rispetto ai dati della provincia di Caserta e della regione Campania, che ha fatto letteralmente infuriare il sindaco Antonio Raiano il quale ha minacciato un 'lockdown locale'. 

"Curti sta vivendo un'impennata secondo me esagerata di contagi - ha affermato il sindaco Raiano - Ciò significa che non tutti stanno facendo il proprio dovere, parecchi concittadini si sono rilassati. Non è possibile che in 24 ore abbiamo avuto 18 nuovi contagiati. Ed è molto preoccupante considerato che una delle caratteristiche di questa seconda ondata è la violenza e dunque molti faticano a guarire".

Secondo il primo cittadino di Curti, uno dei principali problemi che sta causando l'esplosione dei contagi è quello relativo alle relazioni extrafamiliari. "Se si verificano casi in cui interi condomini si infettano o alcune residenze per anziani fanno entrare il virus, nonostante da un mese le visite dei parenti siano sospese, significa che qualcosa non è andato nel rispetto del protocollo - ha sottolineato Antonio Raiano - I dati non fanno immaginare un'inversione di tendenza a breve. Ciò significa che non escludo azioni ancora più dure. Non posso tollerare che Curti raggiunga i livelli di contagio di comuni del casertano più popolosi".

Da qui la 'minaccia' di un nuovo 'lockdown locale'. "Il lockdown lo decideremo noi se i cittadini continuano a non rispettare le regole - ha dichiarato il sindaco Raiano - Non escludo di chiudere le vie di accesso al comune di Curti. Vedo ancora persone che si assembrano e ragazzi che camminano in branco. Così come sono troppe le persone che hanno le mascherine abbassate per fumare una sigaretta. Da questo momento in poi si cambierà registro. Mai mi sarei aspettato una situazione del genere con più di 100 contagiati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento