Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

In fuga dall'isolamento, è caccia ai ‘ribelli’ del Covid

In 4 beccati a spasso per le strade del paese: per due di loro si attendono ancora i risultati dei tamponi. Il sindaco furioso: "Così rischiamo di diventare zona rossa"

Il sindaco Dino D'Andrea

Avrebbero dovuto rispettare l'isolamento domiciliare come disposto dall'ultima ordinanza del presidente Vincenzo De Luca, ma sono stati beccati a spasso come se nulla fosse. Quattro cittadini di Teano, rientrati dal Nord e dalle vacanze all'estero, hanno ben pensato di 'evadere' dalla quarantena e andare a passeggio, mettendo così a rischio tante altre persone. 

A denunciare l'accaduto è stato il sindaco Dino D'Andrea furioso contro i 4 furbetti. "Le segnalazioni, comprovate e verificate, mi sono arrivate da parte di alcuni cittadini - ha spiegato il sindaco di Teano - E’ un comportamento irresponsabile e superficiale, e così facendo rischiamo di vanificare quanto di buoni effettuato nei mesi scorsi".

Dei 4 'fuggitivi' due sono in attesa dei risultati del tampone, mentre gli altri due sono risultati negativi. Ma "devono comunque rispettare la quarantena domiciliare come previsto dal protocollo sanitario", ha sottolineato il sindaco D'Andrea che poi si è detto preoccupato: "Abbiamo avuto 5 casi di positività al Covid-19 nel giro di pochissimi giorni. Così facendo rischiamo che la Regione ci dichiari zona rossa - ha fatto sapere il primo cittadino a Casertanews - Mi recherò in Regione per chiedere 1000 tamponi".

Intanto questa mattina i carabinieri e gli agenti della polizia municipale di Teano hanno pattugliato l'intero territorio. I 4 'fuggitivi' dovranno essere identificati e per loro potrebbe scattare anche la denuncia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In fuga dall'isolamento, è caccia ai ‘ribelli’ del Covid

CasertaNews è in caricamento