menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Era detenuto al carcere di Santa Maria Capua Vetere

Era detenuto al carcere di Santa Maria Capua Vetere

Il coronavirus "anticipa" l'uscita dal carcere di un 37enne

Per il giudice non è più pericoloso socialmente: concessi i domiciliari senza braccialetto elettronico

La giustizia supera i decreti. Nella giornata di ieri il giudice di sorveglianza Filomena Capasso del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha concesso i domiciliari a Gino F., 37enne di Succivo, che avrebbe dovuto scontare ancora un anno di pena in carcere. 

Il giudice ha accolto l'istanza dell'avvocato Giovanni Cantelli valutando positivamente la condotta del 37enne nel periodo di detenzione. Per i giudici l'entità della pena e la personalità del soggetto "depongono nel senso di una confortante prognosi negativa di recidiva". 

A ciò si aggiunge l'emergenza Coronavirus che unita alla pena da espiare (circa un anno) e le informazioni sulla pericolosità sociale del detenuto hanno favorito la decisione del giudice a concedere i domiciliari, anche senza il braccialetto elettronico.

Ed è qui che la sentenza del giudice Capasso assume un valore nuovo. Secondo il decreto Cura Italia, infatti, i detenuti che devono espiare un residuo di pena tra i 6 ed i 18 mesi possono vedersi concedere la detenzione in casa solo con il dispositivo elettronico. Braccialetti che sono difficilmente reperibili e che quindi avrebbero procrastinato l'attesa in cella anche del 37enne (sono in tanti in una sorta di limbo). Per lui, però, il giudice ha disposto la scarcerazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento